Caterina Ferraresi presenta L’elogio del barista a Rimini

«Qualcuno – non ricordo chi – ha detto: se hai un problema puoi fare tre cose, parlarne con il tuo barista, andare in analisi o tenertelo per te. Il risultato alla fine sarà lo stesso».

È questo lo spirito con cui Caterina Ferraresi ha scritto L’elogio del barista. Riflessioni semiserie di una psicoterapeuta sulla inutilità della psicanalisi pubblicato da Corbaccio a inizio 2017 e che sarà presentato martedì 5 settembre alle ore 19 all’Alidangelocaffè Extrò di Rimini (Via Castelfidardo, 58). Dialogherà con l’autrice la giornalista Carla Casazza.

Caterina Ferraresi ha raccolto in questo libro le sue riflessioni su anni di lavoro come psicoterapeuta. L’amore per la sua professione traspare da ogni pagina, ma ancor più traspare la solidarietà che la lega alle persone che a lei si rivolgono, sempre con una ragione, ma a volte con una ragione sbagliata. Il disagio esistenziale o l’infelicità, l’incapacità di vivere bene la propria vita possono derivare da traumi più o meno profondi, o da personalità particolarmente complesse, ma attenzione a non far diventare queste cause delle scuse per arrendersi, prima ancora di cominciare a voler cambiare in meglio la propria vita. In una carrellata divertente e spiritosa di piccoli esempi, di casi clinici, di psicologismi superficiali, di «trappole» tese dagli altri o peggio da se stessi, di «modelli per l’infelicità» e di «strategie per combatterli», Caterina Ferraresi invita tutti a non perdere di vista il concetto chiave: la nostra responsabilità per ciò che siamo e ciò che possiamo diventare. «Perché la vita sia una cosa leggera, da intraprendere con passo lieve e con il cuore puro.»

Clara Piacentini e Roberta Marcaccio a Parola di Scrittore

Torna, con una seconda edizione, Parola di Scrittore, conversazioni con gli autori organizzate da Scenafutura ad Alidangelocaffè Extrò di Rimini.
Tra gli ospiti della rassegna, che si svolgerà dal 7 marzo al 4 aprile, vi saranno anche le “nostre” scrittrici Clara Piacentini, che presenterà Bianca come l’Africa il 14 marzo,  e Roberta Marcaccio, che parlerà di Tranne il colore degli occhi il 28 marzo; dialogheranno entrambe con Carla Casazza, editor di Carta e Calamaio e scrittrice a sua volta.
Il programma della rassegna prevederà, inoltre, Stefano Rossini con POdissea, presentato da Paolo Vachino il 7 marzo; Sara Ceccarelli con Anna Maria Mozzoni. La vicenda di una donna che si è battuta per altre donne, presentata da Francesca Panozzo il 21 marzo; Oreste Delucca con La fèmina del prete presentato da Manuela Angelini il 4 aprile.
Tutti gli appuntamenti si svolgeranno alle 18.30 in Via Castefidardo 58.

Parola di scrittore a Rimini

Parola di scrittore è un ciclo di incontri letterari con autori contemporanei organizzato da Scenafutura all’Alidangelocaffè Extrò (via Castelfidardo) di Rimini tutti i martedì alle ore 18.00, dal 18 ottobre al 22 novembre.
Ad aprire gli incontri, il 18 ottobre sarà Michele Marziani che presenterà in anteprima la sua ultima opera letteraria Fotogrammi in 6×6 (Antonio Tombolini Editore). Con lui il poeta Paolo Vachino, per parlarci del romanzo, un tragico percorso, attraverso tre fotografie. Sullo sfondo la coda del terrorismo e gli anni di piombo.
Per il secondo appuntamento (25 ottobre) Michele Marziani introdurrà Anna Maria Falchi e il suo romanzo L’isola delle lepri (Guanda editore), un romanzo genealogico, ambientato nell’isola dell’Asinara, di rara intensità emotiva.
L’8 novembre Gianluca Morozzi dialogherà con Luca Martini a proposito del bel romanzo d’esordio di quest’ultimo Il tuo cuore è una scopa (Antonio Tombolini Editore). Romanzo dei nostri tempi, dolce e crudo, disincantato. Senza sconti.
Paolo Vachino tornerà il 15 novembre per conversare con Angelo Ricci, uno degli autori noir più interessanti del panorama italiano, e del suo L’odore del riso (Antonio Tombolini Editore), romanzo che fa parte di una potente trilogia sulla pianura padana.
Infine sarà Anna Maria Gradara a chiudere gli incontri, il 22 novembre, dialogando con Michele Cecchini, autore di  Per il bene che ti voglio (Edizioni Erasmo), storie di partenze e di vie di fuga, già “Libro del giorno” alla trasmissione Rai  Radiotre Fahrenheit.

Parola di scrittore è un’iniziativa che mira a far conoscere alcune delle  voci emergenti  della narrativa italiana da tenere d’occhio, ma anche ad approfondire tematiche inerenti la letteratura e l’editoria in genere. La rassegna è al tempo stesso una prima proposta che fa parte di un più ampio progetto letterario che Scenafutura, giovane associazione e collettivo di operatori culturali e di creativi, sta costruendo sul territorio.

 

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑