Carta e calamaio

Servizi editoriali e agenzia letteraria

Luca Martini

Luca Martini è nato a Bologna nel 1971.
Ha pubblicato negli anni tre raccolte di poesie, l’ultima nel 2006, dal titolo Partitura compiuta per pensieri distratti (Giraldi).
Alcuni suoi testi brevi sono stati pubblicati su riviste letterarie (Toilet, Fernandel, Il paradiso degli orchi, Catrame letterario), mentre il racconto “Un comunista” ha vinto il “Premio Arturo Loria 2008” per l’inedito, organizzato nell’ambito del Festival del racconto di Carpi (Modena). Lo stesso ha dato il titolo alla antologia di racconti finalisti Un comunista ed altri racconti, pubblicata dalla casa editrice Marcos y Marcos di Milano.
Nel mese di giugno del 2009 è uscita la sua prima raccolta di racconti, La geometria degli inganni a cura della casa editrice Voras, con prefazione di Gianluca Morozzi (Finalista Premio editoria di Qualità e libro del giorno a “Fahrenheit”). Nel 2010 è stato pubblicato sempre per l’editore Voras il suo primo romanzo, Le mani in faccia, libro del giorno alla trasmissione di Radio Tre Rai “Fahrenheit” del 17 agosto 2010. Nel 2011 ha partecipato, quale scrittore, al progetto “Sorprese Letterarie”, promosso dalla scuola Holden insieme a Tre Marie, che lo ha portato a scrivere un racconto lungo rilegato sotto forma di libro, inserito nelle uova di Pasqua, insieme ad altri sei scrittori, per una tiratura complessiva di 110.000 copie.
A settembre del 2012 è uscito il libro a quattro mani L’amore spaccato – quattro storie di ordinario abbandono, scritto insieme a Carla Sermasi Calvi e pubblicato dall’editore Incontri.
Nel giugno 2014 è uscito il suo romanzo Il tuo cuore è una scopa  con Antonio Tombolini Editore, nella collana Officina Marziani. Ha curato la raccolta di racconti Il nostro due agosto (nero) dedicato alla strage di Bologna (Antonio Tombolini Editore, collana Officina Marziani, 2014).
Nel 2015 ha pubblicato L’amore non c’entra (Edizioni La Gru) e La geometria degli inganni (Antonio Tombolini Editore, collana Officina Marziani), nel 2016 Le mani in faccia (Antonio Tombolini Editore, collana Officina Marziani).

 

 

Il blog di Luca Martini

**********************

Le mani in faccia
(Antonio Tombolini Editore, 2016)

martini_mani-01-copy
Una storia incalzante, scritta a ritmi a tratti vorticosi, suddivisa in quattordici capitoli che sembrano quasi autonomi tra loro e che, se letti dall’inizio alla fine, ci lasciano una sorta di romanzo episodico, una storia che fa rimanere senza fiato. La storia di un uomo, Claudio Pedretti, e della sua solitudine, quella di una vita che cerca di continuo una rivalsa, e lo fa raccontando le sue ossessioni, i suoi errori, le proprie pulsioni ancestrali.
Un antieroe della porta accanto, un personaggio che è il solo responsabile del proprio destino, al tempo stesso vittima e carnefice della propria esistenza, condannato a ripetere gli stessi errori in eterno.
A far da sottofondo alla narrazione, una Bologna distratta, stanca e dimenticata, che alla fine, però, viene amata come poche città lo sono nei libri di oggi. I protagonisti vengono messi a nudo, spogliati delle proprie inibizioni, a volte derisi, altre, invece, guardati con ammirazione e commozione. Ma lo sguardo pietoso dell’autore cerca sempre di rivestire i loro corpi, come se provasse un pizzico di pudore nel mostrare a tutti la loro miseria.

**********************

La geometria degli inganni
(Antonio Tombolini Editore, 2015)

martini-02

Racconti.

Una raccolta di 13 racconti che rivelano la struttura degli inganni sempre presenti nelle relazioni umane. Quelle piccole falsità che intercorrono tra padre e figlio, tra moglie e marito, ma anche nell’ambito del lavoro, della scuola e delle amicizie.
Spesso sono innocue bugie per apparire migliori di quanto si è veramente, in altri casi, invece, si tratta di vere e proprie menzogne per coprire tradimenti sentimentali.
Con questa nuova edizione Antonio Tombolini Editore ripropone tutta l’attualità de “La geometria degli inganni”, interessantissimo libro di esordio del bolognese Luca Martini autore del romanzo Il tuo cuore è una scopa.

 

**********************

L’amore non c’entra
(Edizioni La Gru, 2015)

10960513_1559910677583608_1589658222_o

Racconti.

Camminare per strada e incrociare donne e uomini, di ogni età, spesso delusi, in difficoltà, seduti, abituati, appoggiati ad una vita che non è la loro, o nascosti in quella che credono sia la loro.
Camminare per strada e vivere l’istante di tante piccole, grandi esistenze: potrebbero essere la nostra, o potrebbero ricordare qualcosa della nostra. Tutto ciò disturba e scuote.
Questi racconti, quasi un’unica fune, accompagnano in un viaggio che lascia senza fiato: non c’è amore, si cerca amore, dov’è  amore, cos’è amore?
In famiglia, con gli amici, crescendo o invecchiando, tante sono le forme di amore, tanto è l’amore che manca o che solo assomiglia.

 

**********************

(Antonio Tombolini Editore, 2014)

Il tuo cuore è una scopaRomanzo.

Vanni, capocantiere quarantaseienne di una impresa edile, cerca la propria rivincita nei confronti della moglie Ottavia, che lo ha lasciato per mettersi con un agiato dentista. L’occasione gli si presenta in maniera inaspettata, quando conosce Dinu, giovane immigrato rumeno clandestino, lavavetri gentile e instancabile, al quale propone un lavoro da muratore insieme alla propria squadra. Dopo un’iniziale incertezza, Dinu accetta con entusiasmo ed instaura con Vanni un rapporto di stima e di fiducia reciproca. Proprio al capocantiere il giovane si rivolge per avere aiuto quando si trova coinvolto in un losco traffico e viene arrestato per spaccio di droga. Dinu ha una figlia di sei anni, Larissa, che ha portato in Italia di nascosto dall’ex moglie… Un romanzo del nostro tempo, dolce e crudo, disincantato. Senza sconti.

 

 

*************

L’amore spaccato – quattro storie di ordinario abbandono
(Incontri, 2012)
Di Carla Sermasi Calvi e Luca Martini

cop_amore_bassaQuando l’amore lascia il corpo, spacca e fa a pezzi tutto quello che pensavamo di aver capito.
La disperazione per lo svanire di un amore tra diversi, la fine della passione in una coppia di attori porno, la gelosia e la pazzia come difesa della vita, il monologo lucido e disperato di una donna sola. Storie di dubbi, di incertezze, di rimorsi.
Scene di rottura, di abbandoni, di rimpiani, di vita.

Dalla prefazione: “Se l’emozione di un padrino nel tenere a battesimo una nuova creatura non annulla necessariamente le sue riflessioni sui rischi della vita che verrà, così non nascondiamo che presentare oggi quattro nuovi brevi atti unici riuniti da un comune denominatore come quello amoroso, possa sembrare il tentativo di voler procedere al varo di una nave con una bottiglia infrangibile: battesimo quasi impossibile (verrebbe da dire) per le condizioni in cui nasce, oggigiorno, un nuovo testo italiano che si affacci al proscenio della produzione e, ancor peggio, della distribuzione teatrale, in un mercato che pare avere perso ogni benché minimo barlume di rotta possibile. Sopratutto se si vuole bene alla creatura neonata.

 

 

 

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: