Come scegli i libri da leggere? I risultati del sondaggio

foto libri 5Come scegli i libri che leggi? Era questa la domanda che abbiamo fatto a voi che ci seguite nel sondaggio lanciato qualche settimana fa.
Anche stavolta le risposte sono state tante e interessanti.
Vediamo i numeri:un 14,29% dei partecipanti al sondaggio dichiara di sfogliare il libro e leggerne delle parti o, nel caso degli ebook, leggere gli estratti gratuiti, mentre un altro 14,29% legge con attenzione la quarta di copertina. Il 28,57% sceglie in base a recensioni o articoli che fanno nascere la curiosità sul libro, mentre un ulteriore 28,57% si fa influenzare dal titolo e la copertina.
Roberta scrive: “Parto dall’idea (personale) che non sia il lettore a scegliere il libro ma il contrario. Solitamente mi fido del mio istinto (non sempre infallibile). Qualche volta seguo i consigli di altri lettori, cerco informazioni, leggo le recensioni e gli estratti. Applico più metodi contemporaneamente ma l’istinto e l’affidarmi al libro sono sicuramente quelli che adotto di più.”
Interessanti i vari criteri che usa Grilloz: “In realtà i criteri sono tanti, che variano da libro a libro. In alcuni casi la scelta è istintiva, in genere attratto dalla copertina o dal titolo, in altri mi baso su consigli di amici o di persone ce conosco e che hanno gusti simili, ma a volte leggo anche libri consigliati da chi ha gusti opposti perchè mi piace esplorare e a volte restare stupito. Altri libri li scelgo perchè mi piace l’autore. E infine alcuni li scelgo per colmare alcune lacune letterarie che mi porto dietro, classici in genere, classici “moderni” però.”
E ancora Franco: “Scelgo principalmente i miei libri in base all’autore o al genere.”

Decisamente una prospettiva molto ampia su abitudini e criteri che farebbe impazzire un esperto di marketing intenzionato a individuare i percorsi più efficaci per attirare l’attenzione dei lettori su un libro.
Ma come in amore, quando non ci si sa spiegare perchè una certa persona ci ha colpito al cuore, anche i libri arrivano a noi per strade misteriose. E a volte diventano importanti punti di riferimento della nostra vita.

Come scegli i libri da leggere? Un nuovo sondaggio

LibriVisto il successo e la partecipazione del precedente sondaggio, ve ne proponiamo un altro. Si tratta di un interrogativo che ci si pone spesso tra lettori forti.
Ci piacerebbe perciò avere anche la vostra opinione. Avete la possibilità di scegliere più di una risposta.

Come l’altra volta, potete completare le vostre risposte nei commenti o lasciare una riflessione.

Grazie fin da ora per il vostro contributo!

Perchè leggi? I risultati del sondaggio

By Aaron BurdenDue settimane fa abbiamo lanciato un sondaggio per indagare i motivi che spingono i lettori ad aprire un libro, immergervisi dentro e (generalmente) isolarsi dal resto del mondo.
Prima di tutto ringraziamo le tante persone che hanno risposto alle nostre domande e hanno lasciato commenti sotto il post.
Siete curiosi di conoscere i risultati?
Il sondaggio consisteva in una sola domanda: perchè leggi?
Il 2,08% ha risposto per approfondire temi che mi interessano,
il 4,17% per imparare e scoprire cose nuove,
il 14,58% perché è una delle mie necessità primarie,
un altro 14,58% ha risposto per evadere dalla quotidianità, emozionarmi, sognare,
ed infine il 64,58% ha dichiarato che legge per tutti i motivi citati nel sondaggio.
Qualcuno di voi ha ampliato la risposta nei commenti al post:
Chandra ha scritto “Io Leggo per il bisogno di rifugiarmi in mondi paralleli, per “staccare la spina” e rilassarmi, perché sono curiosa e per imparare a scrivere. Ma l’aspetto che mi affascina di più è toccare altri mondi, altre esistenze, altre esperienze, la vita di altre persone attraverso le loro storie.
Fede63 ha risposto con una citazione che secondo lei rispecchia appieno i motivi per cui legge: “Non ho mai avuto un dispiacere che non mi sia passato dopo un’ora di lettura” (Montesquieu).

Insomma, ne emerge che la lettura è uno strumento di conoscenza ed approfondimento, ma soprattutto uno “stile di vita”, quella porta che conduce a emozioni e sogni, una chiave per innescare la nostra fantasia.
Una necessità – aggiungiamo noi – e allo stesso tempo una “cura” per affrontare meglio la quotidianità, per sentirsi bene, per superare i momenti difficili.
Siete d’accordo?

Proprio per l’importanza che la lettura riveste per molti di noi, abbiamo organizzato questo corso per lettori consapevoli che si terrà in febbraio e marzo a Imola. Date un’occhiata al programma. Vorreste frequantarlo ma vivete lontano? Stiamo raccogliendo adesioni per il corso on line di cui a breve pubblicheremo maggiori dettagli. Se volete pre iscrivervi potete mandare una mail a cartaecalamaio@gmail.com con oggetto Leggere rende liberi.

(Foto di Aaron Burden)

Perché leggi? Rispondi al sondaggio

By João SilasFoto di João Silas

Blog su WordPress.com.

Su ↑