Bianca come l’Africa di Clara Piacentini: presentazione al Festival dell’Autobiografia di Anghiari

Sabato 2 settembre alle ore 18 Clara Piacentini presenterà il suo libro Bianca come l’Africa nell’ambito del Festival dell’Autobiografia di Anghiari.
“Bianca come l’Africa” è una raccolta di 21 racconti, in realtà un’unica storia, uno stralcio di vita. Come perle di una collana si snodano i racconti lungo un filo sottile nelle mani della protagonista, LEI, presenza discreta che di sé dice poco ma molto lascia intuire del percorso intrapreso nonostante la difficoltà, il limite delle sue gambe sorrette. Ed è un mondo altro che ci viene incontro, il mondo dell’Africa. LEI fissa con occhio fotografico paesaggi e ambienti che hanno la potenza di quadri impressionisti, il suo sguardo intreccia relazioni con spazi, tempi, soggetti diversi e prendono corpo vicende e persone. Prendono vita i personaggi, ben presenti, anche se raramente vengono chiamati per nome ed è questo anonimato che dà loro la levità del mistero e al contempo la forza della presenza. Sfilano e agiscono gli abitanti dell’altrove, i componenti di una comunità straniera in Italia, i bianchi in Africa, si palesano quelli di un mondo che la globalizzazione rimanda attraverso Facebook. E in questa storia la vita, l’amore e la morte vengono raccontati come parte di un’unica realtà. Con una scrittura scarna eppure intensa e vibrante, talora dolente, talora appassionata, Clara Piacentini ci accompagna attraverso il racconto di mondi che si cercano, si accostano eppure rimangono ancora separati. Già il titolo, una similitudine che è anche un ossimoro, ci anticipa questi mondi. Già i racconti del prologo e dell’epilogo confluiscono a dare il senso della nostalgia, del ricordo, del rimpianto, confluiscono a chiudere il cerchio della storia. Al lettore il compito di capire in cosa consiste il Mal d’Africa, se esiste.

Salva

Salva

ScrittuRa festival 2017

Quarta edizione, dal 22 al 28 maggio e dall’8 all’11 giugno di ScrittuRa, il festival diretto da Matteo Cavezzali che animerà il centro storico di Ravenna (22-28 maggio) e Lugo (8-11 giugno) con incontri, laboratori, conferenze e spettacoli incentrati sulla letteratura.
Di seguito il ricco programma della prima parte del festival, ospitata a Ravenna, che potete consultare anche sul sito.

(clicca sull’immagine per ingrandire)

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

La bellezza delle parole a Cesena

Si svolgerà dall’11 al 14 maggio a Cesena La bellezza delle parole, percorso tra poesia e musica, cinema e storia, con conferenze, reading, incontri con gli autori.
Il festival sarà dedicato agli incroci e alle contaminazioni che i libri sanno creare con sapienza e acutezza.
Questo il programma:

GIOVEDI’ 11 MAGGIO
Chiostro di San Francesco, ore 21.00 – Antonio Manzini: Giallo su blu

VENERDI’ 12 MAGGIO
Chiostro di San Francesco, ore 18.00 – Laura Pariani: “Per me si va nella grotta oscura”. Spettacolo per voce narrante e gruppo Le Malecorde
Chiostro Di San Francesco, ore 21.00 – Davide Enia: Appunti Per Un Naufragio

SABATO 13 MAGGIO
Palazzo del Ridotto, ore 10.00 – Il Capitolo Mancante. Le Scuole Medie incontrano Fabio Geda e Marco Magnone
Chiostro Di San Francesco, ore 15.30 – Giacomo Mazzariol ~ Fabio Geda ~ Davide Reviati ~ Giusi Marchetta in Anime Scalze, dialogo intorno all’adolescenza
Foyer del Teatro “Alessandro Bonci”, ore 17.00 – Teresa Ciabatti e Loredana Lipperini: L’io e i suoi doppi
Foyer del Teatro “Alessandro Bonci”, ore 18.45 – Valerio Magrelli: reading-spettacolo
Chiostro Di San Francesco , ore 21.15 – Camilo Sánchez incontra Giovanni Montanaro: Dalla  Fornarina di  Raffaello a Vincent Willem van Gogh

DOMENICA 14 MAGGIO
Teatro Verdi Cesena, ore 11.00 – Carlo Lucarelli e Maurizio de Giovanni: Ben dentro i misteri d’Italia
Biblioteca Malatestiana, ore 15.00 – Giorgio Fontana e Claudia Durastanti: Un Paradiso per Cleopatra
Chiostro Di San Francesco, ore 16.30 – Karen Venturini, Simona Vinci: Reading dai manicomi
Cinema San Biagio, ore 18.30 – Ermanno Cavazzoni: Vacanze al Mare
Teatro “Alessandro Bonci”, ore 21.15 – Alessandro Bergonzoni dialoga con Roberto Mercadini: La Bellezza delle Parole. Solo per questo evento: Prenotazioni gratuite via mail a iat@comune.cesena.fc.it
Ritiro dei biglietti prenotati: dalle ore 12.00 del 12 maggio presso IAT di Cesena, Piazza del Popolo

Ingresso gratuito a tutti gli eventi.
Per informazioni: Biblioteca Malatestiana 0547610892
Mail: cesenacultura@comune.cesena.fc.it
http://www.facebook.com/bellezzadelleparole
http://www.cesenacultura.it
http://www.malatestiana.it

Naso di cane di Caterina Ferraresi: lettura animata a Cotignola

Sabato 6 maggio, dalle ore 10.30, Caterina Ferraresi sarà ospite dello spazio ENPA – Lugo allestito nel Parco Pertini di Cotignola (RA) dove si svolgerà una lettura animata del suo libro per bambini Naso di cane.

Il libro racconta di Rocky, un cane di mezza età, vivace e affettuoso, ben inserito nella famiglia di umani che lo ha accolto. Ma quello che era il bambino di casa, Stefano, è ormai cresciuto e non dedica più a Rocky il tempo e le attenzioni di una volta: ora ci sono lo studio, gli amici, la ragazza del cuore, e Rocky si sente un po’ messo da parte. Stefano ora si mette addirittura il profumo che gli ha regalato la fidanzata, e per Rocky è davvero troppo, proprio non sopporta quegli effluvi. Perché i cani, si sa, hanno dei gusti olfattivi molto diversi da quelli degli umani. Amano la puzza di piedi, l’odore di uova marce, quello della pipì di altri cani… Il cane decide di andarsene a cercare nuove puzze da respirare, e starsene da solo per un po’ ma…solo non riesce a stare perché lì, dove è capitato nel suo vagabondare, trova una nidiata di gattini abbandonati. Che fare? Salvarli o mangiarli? Vincerà l’istinto antico o la solidarietà? A casa, nel frattempo, Stefano e la sua famiglia sono disperati per la sparizione di Rocky e lo cercano dappertutto, organizzando un’improbabile squadra di salvataggio che riuscirà infine a ritrovare Rocky e non da solo! Una storia dolce e buffa raccontata dal punto di vista del cane nella quale dunque la percezione di sentimenti, odori, suoni e avvenimenti sono descritti con un taglio molto originale.

Scrittori da Spiaggia: tre autori si raccontano

Sabato 6 maggio, dalle ore 18.00, alla Libreria Bianca&Volta (Via Cilea 16) di Riccione, Michele Marziani, scrittore e direttore editoriale di Antonio Tombolini Editore, presenta tre autori della sua “scuderia”: Roberta Marcaccio, autrice di Tranne il colore degli occhi, pubblicato nella collana Amaranta, Massimo Lazzari, autore di Quando guardo verso Ovest, pubblicato nella collana Officina Marziani e Stefano Rossini, autore di Podissea, pubblicato anch’esso nella collana Officina Marziani.

Enjoy Your Town: questa settimana il contest nazionale per band Wanted Primo Maggio

La 3° edizione di Enjoy Your Town, Festival di arti performative in programma fino al 29 aprile 2017 nelle aree urbane del centro storico di Imola continua a proporre eventi per tutti i gusti e le età declinati secondo il tema delle Inquietudini Contemporanee.

Segnaliamo in particolare Sabato 15 aprile dalle ore 19 a Quintoveda Wanted Primo Maggio. Finale per l’Emilia-Romagna del talent live in collaborazione con Hiroshima Mon Amour (To) e Toast Records.

Gli eventi dal 15 al 23 aprile

Sabato 15 aprile

ore 10-17 Ossa – Lo scheletro è la nostra casaQuintoveda (via Cavour 58). Andare ad ascoltare, scoprire, esplorare la nostra struttura portante, attraverso il contatto e l’esperienza minuziosa, per schiudere il corpo e trovare possibilità di movimento senza sforzo. Gran parte del laboratorio sarà dedicata a questa esplorazione, segmento dopo segmento, per andare in realtà a ricreare una unità che ci sosterrà per tutta la parte coreografica che concluderà il laboratorio.

ore 17.00 From father to son liveAll the best music shop (via Mazzini 15)

ore 17.30 Sovrap-posizioniPomo Da Damo Contemporary Gallery (via XX settembre 27). Performance di teatro danza a cura di Samanta Sonsini, regista, danzatrice e danzamovimentoterapeuta.

ore 18.00 Improvvisazioni urbane a cura di Quintoveda

ore 18.30 DisincantoBottega Gollini Galleria D’arte (via Emila 43). Performance di teatro danza liberamente ispirata a Il Muro di J. P. Sarte a cura di Samanta Sonsini, regista, danzatrice e danzamovimentoterapeuta.

Ore 19.00 Wanted Primo MaggioQuintoveda (via Cavour 58). Finale Emilia-Romagna del talent live in collaborazione con Hiroshima Mon Amour (To) e Toast Records

Lunedì 17 aprile

Giornata musei riflessi tra storia arte e contemporaneità in collaborazione con i Musei Civici di Imola

ore 10 Senza gravitàMuseo di S. Domenico (via Sacchi 4). Improvvisazioni di danza contemporanea con Djset di musica elettronica a cura di Pè.Gal e Samanta Sonsini

ore 11 Architetture di corpi e fogliePalazzo Tozzoni (via Garibaldi 18). Performance di danza contemporanea e improvvisazione con musica dal vivo a cura di Quintoveda

ore 12 SincronieRocca sforzesca (Piazzale Giovanni dalle Bande nere). Performance di Teatro e Danza a cura della compagnia Alice gira in Città

ore 15.30 Senza gravitàMuseo di S. Domenico (via Sacchi 4). Improvvisazioni di danza contemporanea con Djset di musica elettronica a cura di Pè.Gal e Samanta Sonsini

ore 16 Inquietudini letterariePalazzo Tozzoni (via Garibaldi 18). Reading di testi di scrittori imolesi e non a cura di Carta e Calamaio

ore 17 Architetture di corpi e foglieRocca sforzesca (Piazzale Giovanni dalle Bande nere). Performance di danza contemporanea e improvvisazione con musica dal vivo a cura di Quintoveda

ore 18 Karamazov / La generazione persaMuseo di S. Domenico (via Sacchi 4). Giovane cantautore imolese racconta gli stati d’animo dei giovani d’oggi tra inquietudini e società contemporanea

Martedì 18 aprile

ore 21 Le imperfezioniQuintoveda (via Cavour 58). Presentazione del libro di Liliana Casadei

Mercoledì 19 aprile

ore 21 Forme liquide dell’oggiQuintoveda (via Cavour 58). Incontro con il filosofo Federico Bandini e la danzatrice Samanta Sonsini. Un omaggio al sociologo e filosofo di Zygmunt Bauman, recentemente scomparso, che unisce la teoria e lo sviluppo, attraverso il corpo e le arti performative delle sue teorie.

Giovedì 20 aprile

ore 21 Verso l’isolaSala polivalente di Borgo Tossignano (via Zoffoli 1). Spettacolo realizzato con i bambini di Borgo Tossignano all’interno del progetto MINDFACTORY /fabbrica di idee e metodi di ricerca teatrale

Venerdì 21 aprile

ore 21 RockinageQuintoveda (via Cavour 58). Concerto band Pop/rock in collaborazione con Jeko Music

Sabato 22 aprile

ore 17 Drink it!Porta Montanara. Spettacolo di improvvisazione teatrale a cura della Compagnia 05QuartoAtto di Ravenna

ore 18 Il coraggio di volareP.zza dell’Ulivo. Anteprima dello spettacolo realizzato dai bambini della scuola primaria Campanella di Imola liberamente ispirato a “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” di L. Sepulveda

ore 18.15 Ubi Sunt / AnteprimaPiazza Gramsci. Monologhi teatrali a cura del gruppo di teatro dell’istituto Alberghetti di Imola

ore 18.30 Sovrap-posizioniPomo Da Damo Contemporary Gallery (via XX settembre 27). Performance di teatro danza a cura di Samanta Sonsini, regista, danzatrice e danzamovimentoterapeuta.

ore 19 Nuove generazioniTop of the Hops (via Selice 60)

ore 20 Karamazov in concertoTerrazza Panoramica (via Selice 40). Giovane cantautore imolese racconta gli stati d’animo dei giovani d’oggi tra inquietudini e società contemporanea.

ore 20 QuintovedAfterQuintoveda (via Cavour 58). Fino a tarda notte musica, drink, stuzzicheria e ballo! Una serata per scatenarsi in pista!

Ore 21 Impronte nella nebbia Parco dell’Osservanza. Spettacolo di teatro danza della compagnia Alice gira in Città con musiche di Antonino Stella.

Domenica 23 aprile

CACOFONIE Punti Caco a Imola

ore 14 30-16 30 Inquietudini intrapersonali – Piazza Matteotti (in caso di pioggia a Quintoveda, via Cavour 58). Workshop Danza contemporanea a cura di Serena Fossanova, danzatrice

ore 17 Angosce che hanno origine nell’estasi -Top of the Hops (via Selice 60). Immagini, suggestioni, installazioni e performance ispirate alle opere di Edgard Allan Poe

ore 18 Coni d’ombra / Fluttuando tra cielo e terra – River Side Caffè (via Pirandello 9). Reading a cura del gruppo di scrittura Ippogrifo

ore 18.30 Un caos di emozioni buttate alla rinfusa in un corpo – Minimo (via Emilia 103). Danza contemporanea con la danzatrice Serena Fossanova

ore 19.30 H8full – Quintoveda (via Cavour 58). Tarantino tribute band

ore 22 Senza gravità – Caffè Porteno (via Emila 241a). Improvvisazioni di danza contemporanea con Djset di musica elettronica a cura di Pè.Gal e Samanta Sonsini

Trovate tutti gli eventi in calendario sul sito http://eyt.imola.city/

Enjoy Your Town: questa settimana Karamazov, Inquietudini nordiche, Workshon di urban photography, Wanted Primo Maggio

Terza settimana di eventi per la 3° edizione di Enjoy Your Town, Festival di arti performative in programma fino al 29 aprile 2017 che si sta svolgendo nelle aree urbane del centro storico di Imola e propone oltre cento eventi declinati secondo il tema delle Inquietudini Contemporanee.
Enjoy Your Town è organizzato da Panta Rei Associazione di Liberazione delle Arti e Quintoveda, realtà artistica e culturale situata nel centro storico di Imola, con il supporto di tantissime attività commerciali e non della città.
L’obiettivo del festival è proporre tanti momenti di riflessione su una tematica che oggi è veramente all’ordine del giorno, che riguarda tutti noi, nelle nostre incertezze e fragilità.

Gli eventi dal 7 al 17 aprile

Venerdì 7 aprile
ore 21.00 I soliti ignoti – Quintoveda (via Cavour 58). Cover band acustica

Sabato 8 aprile
ore 10-17 Inquietudini urbane – Quintoveda (via Cavour 58). Laboratorio di street photography. A cura di Carlo Alberto Civolani e Michela Balboni. info e prenotazioni: info@quintoveda.com, SMS 3891977257, Segreteria 0542 22520
ore 11/ 12:30 Incursioni boreali – via Nardozzi, via Emilia, via Quaini. Incursioni teatrali liberamente ispirate alle saghe nordiche. A cura di Quintoveda e Carta e Calamaio.
ore 11.00 Karamazov in concerto– All the best music shop (via Mazzini 15) Indie italiano
ore 16-19 Inquietudini nordiche – Workshop di approfondimento sulla cultura scandinava Quintoveda (via Cavour 58). A cura della Dott.ssa Carla Casazza. Attraverso letteratura, musica, cinema, arti visive, filosofia sarà possibile approfondire la cultura e lo stile di vita dei popoli nordici che fanno dell’inquietudine una connotazione peculiare della propria anima, spinta al cambiamento, motore di indagine interiore, “musa” di artisti e intellettuali. Iscrizioni a carlacasazza67@gmail.com
ore 17:15 Oz in the dark – La città dei giochi (via Appia 56) lettura animata per ragazzi
ore 17.30 Alice una di noi – Via Emilia Ovest. Performance teatrale a cura della Compagnia Exit
ore 18.00 Anatomia dell’Inquietudine. Divagazioni filosofiche in compagnia di Chatwin e Dante – Chaimandir (via Orsini 35). L’inquietudine si rivela essere uno stato d’animo sempre più diffuso nelle società contemporanee. Durante l’incontro si cercherà di muoversi a ritroso nella storia del pensiero per sondare quanto essa sia costitutiva della stessa condizione umana e quali siano le sue relazioni con l’antitesi tanto spesso invocata, la quiete. Pietre miliari dell’itinerario saranno gli scritti di Bruce Chatwin e Dante Alighieri. A cura del filosofo Gianmaria Beccari
ore 19:00 Elastiche deformazioni – Top of the Hops (via Selice 60). Installazioni, performance, musica, letture a cura di Quintoveda. Birre artigianali a tema.
ore 20:00 Io sono ovunque – Terrazza Panoramica (via Selice 40). Spettacolo di Danza contemporanea e Musica Elettronica a cura di Samanta Sonsini e Pè.Gal
ore 21:00 Drive me dead – Quintoveda(via Cavour 58). Concerto Rock

Domenica 9 aprile
ore 10-17 Inquietudini urbane – Quintoveda (via Cavour 58). Laboratorio di street photography. A cura di Carlo Alberto Civolani e Michela Balboni. info e prenotazioni: info@quintoveda.com, SMS 3891977257, Segreteria 0542 22520
ore 11-13 e 15-17 Visioni Notturne – Quintoveda (via Cavour 58). Workshop movimento autentico e Teatro Danza
I workshop verteranno sull’immaginario grafico di Alfred Kubin, illustratore che racconta un generazione destinata agli scontri, al terrore, al caos, ai mostri della psiche. Un mondo onirico da esplorare attraverso il corpo, un mondo che fa da veicolo per le nostre emozioni. All’interno del laboratorio si sperimenteranno anche l’uso del colore, la pittura e la parola. Non sono necessarie esperienze precedenti di teatro o danza. Performance finale sabato 29 aprile per la giornata internazionale della danza. Docente: Samanta Sonsini
ore 17.00 Banda Tambù in concerto – Piazza dei Servi
ore 18.00 Parole musiche e gesti di strada –  piazza Matteotti. Spettacolo a cura del Teatro Degli Angeli –  regia di Claudia Rota
ore 19.00 Metropolitan – Centro storico. Performance itinerante in collaborazione con Eden Parkour
ore 19.30 Jam Session – Quintoveda (via Cavour 58)

Martedì 11 aprile
ore 21.00 Il trasformarsi di un essere – Quintoveda (via Cavour 58). Assolo di teatro-danza liberamente ispirato a La metamorfosi di F. Kafka a cura di Samanta Sonsini

Mercoledì 12 aprile
ore 21.00 Teatro e cittadinanza  – Quintoveda (via Cavour 58). Incontro a cura di Compagnia Exit

Giovedì 13 aprile
ore 21.00 Io sono ovunque  – Sala polivalente di Borgo Tossignano (via Zoffoli 1). Spettacolo di Danza contemporanea e Musica Elettronica a cura di Samanta Sonsini e Pè.Gal

Venerdì 14 aprile
ore 15.00 /17.00 Faccio sempre ciò che non so fare per imparare come va fatto – Bottega Zero (via Nardozzi). Laboratorio teatrale ispirato alla figura di V. Van Gogh a cura di Samanta Sonsini, regista, danzatrice e danzamovimentoterapeuta. Performance finale alle ore 19.
ore 17.30 Pollicino segreto – Bottega Zero (via Nardozzi). Lettura teatrale a cura della Compagnia Artisti Molesti
ore 18.00 / 19.00 Paint! – Bottega Zero (via Nardozzi). Laboratorio di pittura libera e movimento creativo per bambini da 2 anni in su.
Ore 19 Faccio sempre ciò che non so fare per imparare come va fatto – via Nardozzi, via Emilia. Performance conclusiva del laboratorio realizzato in collaborazione con Bottega Zero.
Ore 20 Faccio sempre ciò che non so fare per imparare come va fatto – via Cavour. Performance conclusiva del laboratorio realizzato in collaborazione con Bottega Zero.
Ore 21 Fuori rotta – Quintoveda (via Cavour 58). Concerto Pop Rock in collaborazione con Jeko Music

Sabato 15 aprile
ore 10-17 Ossa – Lo scheletro è la nostra casa – Quintoveda (via Cavour 58). Andare ad ascoltare, scoprire, esplorare la nostra struttura portante, attraverso il contatto e l’esperienza minuziosa, per schiudere il corpo e trovare possibilità di movimento senza sforzo. Gran parte del laboratorio sarà dedicata a questa esplorazione, segmento dopo segmento, per andare in realtà a ricreare una unità che ci sosterrà per tutta la parte coreografica che concluderà il laboratorio.
ore 17.00 From father to son live – All the best music shop (via Mazzini 15)
ore 17.30  Sovrap-posizioni –  Pomo Da Damo Contemporary Gallery (via XX settembre 27). Performance di teatro danza a cura di Samanta Sonsini, regista, danzatrice e danzamovimentoterapeuta.
ore 18.00 Improvvisazioni urbane a cura di Quintoveda
ore 18.30 Disincanto – Bottega Gollini Galleria D’arte (via Emila 43). Performance di teatro danza liberamente ispirata a Il Muro di J. P. Sarte a cura di Samanta Sonsini, regista, danzatrice e danzamovimentoterapeuta.
Ore 19.00 Wanted Primo Maggio – Quintoveda (via Cavour 58). Finale Emilia-Romagna del talent live in collaborazione con Hiroshima Mon Amour (To) e Toast Records

Lunedì 17 aprile
Giornata musei riflessi tra storia arte e contemporaneità in collaborazione con i Musei Civici di Imola
ore 10 Senza gravità –  Museo di S. Domenico (via Sacchi 4). Improvvisazioni di danza contemporanea con Djset di musica elettronica a cura di Pè.Gal e Samanta Sonsini
ore 11 Architetture di corpi e foglie – Palazzo Tozzoni (via Garibaldi 18). Performance di danza contemporanea e improvvisazione con musica dal vivo a cura di Quintoveda
ore 12 Sincronie –– Rocca sforzesca (Piazzale Giovanni dalle Bande nere). Performance di Teatro e Danza a cura della compagnia Alice gira in Città
ore 15.30 Senza gravità –  Museo di S. Domenico (via Sacchi 4). Improvvisazioni di danza contemporanea con Djset di musica elettronica a cura di Pè.Gal e Samanta Sonsini
ore 16  Inquietudini letterarie – Palazzo Tozzoni (via Garibaldi 18). Reading di testi di scrittori imolesi e non a cura di Carta e Calamaio
ore 17 Architetture di corpi e foglie – Rocca sforzesca (Piazzale Giovanni dalle Bande nere). Performance di danza contemporanea e improvvisazione con musica dal vivo a cura di Quintoveda
ore 18 Karamazov / La generazione persa – Museo di S. Domenico (via Sacchi 4). Giovane cantautore imolese racconta gli stati d’animo dei giovani d’oggi tra inquietudini e società contemporanea

Inoltre

dal 31 marzo al 28 aprile, ore 17-18, Zeta Lab / Hip Hop e danza urbana, da 6 a 10 anni.
Un percorso divertente e pieno di energia che andrà a contaminare l’hip hop con la danza urbana ovviamente a misura di bambino. Si lavorerà insieme sulle musiche, i movimenti e gli spazi per preparare una performance finale per il 29 aprile Giornata internazionale della danza. Docente: Samanta Sonsini. Info e iscrizioni: info@quintoveda.com, sms 3891977257

Trovate tutti gli eventi in calendario sul sito http://eyt.imola.city/

Enjoy Your Town: questa settimana Giovanni Marinelli live, Coro Attosecondo in concerto, Inquietudo Project

Dopo la partenza alla grande, prosegue la 3° edizione di Enjoy Your Town, Festival di arti performative in programma fino al 29 aprile 2017 che si sta svolgendo nelle aree urbane del centro storico di Imola e propone oltre cento eventi declinati secondo il tema delle Inquietudini Contemporanee.
Enjoy Your Town è organizzato da Panta Rei Associazione di Liberazione delle Arti e Quintoveda, realtà artistica e culturale situata nel centro storico di Imola, con il supporto di tantissime attività commerciali e non della città.
L’obiettivo del festival è proporre tanti momenti di riflessione su una tematica che oggi è veramente all’ordine del giorno, che riguarda tutti noi, nelle nostre incertezze e fragilità.

Gli eventi dal 31 marzo all’8 aprile

Venerdì 31 marzo

ore 18 Anatomia dell’Inquietudine. Divagazioni filosofiche in compagnia di Chatwin e Dante – Chaimandir (via Orsini 35). L’inquietudine si rivela essere uno stato d’animo sempre più diffuso nelle società contemporanee. Durante l’incontro si cercherà di muoversi a ritroso nella storia del pensiero per sondare quanto essa sia costitutiva della stessa condizione umana e quali siano le sue relazioni con l’antitesi tanto spesso invocata, la quiete. Pietre miliari dell’itinerario saranno gli scritti di Bruce Chatwin e Dante Alighieri. A cura del filosofo Gianmaria Beccari

ore 20 Improvvisazioni lunari – Giardini di S. Domenico. Improvvisazioni di danza e movimento a cura della Compagnia Alice Gira in Città. il movimento più urbano e contemporaneo si nutre delle contaminazioni con la musica di Chopin

ore 21, Giovanni Marinelli in concerto – Quintoveda. Presentazione del nuovo album Il Velo di Maya. Con: Giovanni Marinelli – voce, chitarra – Max Scarcia – chitarra – Tiziano De Siati – basso – Max Messina – batteria.
Giovanni Marinelli, artista noto all’interno del panorama musicale indipendente italiano per le sue collaborazioni e opening live prestigiose (Omar Pedrini, Federico Poggipollini, Blastema, Ignazio Orlando…) e per l’album “Oniria” (2013) che ha spopolato nelle classifiche radiofoniche indipendenti, torna sulla scena con il suo nuovo attesissimo lavoro: “Il Velo di Maya”.
Il suo singolo d’anteprima “Aspettando Qualcuno” ha già ottenuto uno straordinario successo in radio e ha suscitato la curiosità del pubblico. Con la produzione artistica di Carmelo Pipitone dei Marta sui Tubi e il masteringeseguito da Marc Urselli all’East Sound Studio di New York, è disponibile su iTunes Il Velo di Maya, terzo album solista di Giovanni Marinelli pronto a segnare la svolta artistica del cantautore verso un sound spiccatamente indie.
Il Velo di Maya è un album dalle tematiche complesse, intime: un mix di suoni moderni in grado di produrre atmosfere sonore incisive e dinamiche. L’indie rock la fa da padrone ma non mancano spunti ad armonie orientali e accenti di elettronica. Si potrebbe definire un viaggio interiore, specchio della personalità di un artista vissuto che affida alle sue canzoni il compito di raccontare se stesso e la realtà che lo circonda.

Sabato 1 aprile
ore 17-18.30, 2 Steps in concerto – All the best music shop (via Mazzini 15)
ore 17.30 – Logica della dissimulazione – Piazza Caduti per la Libertà. Performance a cura di Mayra Romero, Compagnia Alice Gira in Città.
ore 18 – Coro Attosecondo in concerto. Museo S. Domenico (via Sacchi 4). Performance del coro polifonico bolognese diretto dal maestro Marco Belluzzi.
Attosecondo si è costituito nel 1997 e riunisce una ventina di musicisti e cantanti accomunati dall’entusiasmo e dalla passione per la coralità, che si alternano nei diversi ruoli di coristi, solisti, strumentisti, arrangiatori e tecnici dando vita ad uno spettacolo che esprime una vera e propria coralità d’insieme.
Il gruppo ha inizialmente esplorato i canti della tradizione nera afro-americana, frequentemente personalizzati con propri arrangiamenti, e successivamente ha intrapreso altre strade musicali avvicinandosi al ‘900 storico e contemporaneo, alla musica popolare e pop. Questo ha permesso di sperimentare sonorità più vicine al gruppo sia culturalmente che anagraficamente.
ore 19.30 Inquietudo Project. Trilogia sull’Oggi – Giardini di San Domenico. Progetto coreografico e di regia collettiva a cura di Samanta Sonsini e Compagnia Alice gira in città. Con Samanta Sonsini e Mayra Romero.
Nato nel settembre 2015 sperimentando il lavoro con gruppi diversi di persone più o meno ampi, questo progetto è nato in una prima fase per indagare le inquietudini dell’uomo di oggi coinvolgendo persone di tutte le età e raccogliendo le loro esperienze, utilizzando le loro emozioni per produrre i testi dello spettacolo, facendo del momento laboratoriale un vero e proprio momento di ricerca.
Dopo quest’ampia raccolta di materiali , non solo scritti, ma anche di movimento, le tre tappe del progetto Inquietudo, della durata di 30 minuti ciascuna, sono diventati tre momenti di spettacolo indipendenti ma strettamente connessi.
A un anno di distanza, la Compagnia Alice gira in città vuole fare di questi materiali, in particolar modo di quelli più significativi, un unico spettacolo che racconti l’essere umano di oggi sulle musiche dell’imolese Giovanni Dal Monte.
ore 20.00 QuintovedAfter – Quintoveda (via Cavour 58) Fino a tarda notte musica, drink, stuzzicheria e ballo! Una serata per scatenarsi in pista!

Domenica 2 aprile
ore 17 Improvvisazioni lunari – Prato della Rocca. Improvvisazioni di danza e movimento a cura della Compagnia Alice Gira in Città. il movimento più urbano e contemporaneo si nutre delle contaminazioni con la musica di Chopin
ore 17:30 Equilibri e stati precari – Caffè della Rocca (viale Saffi 59) Arti circensi e giocoleria a cura delle Fucine Vulcaniche. In collaborazione con Barcode.
ore 18:30 L’anima si getta all’avventura – Viale Saffi. Performance itinerante liberamente ispirata alla vita e alle poesie di Alda Merini, a cura di Samanta Sonsini
ore 18:45 Alice una di noi – Porta Montanara. Performance compagnia Exit
ore 19:30 Sometimes.No. in concerto – Quintoveda (via Cavour 58). Duo contrabbasso e voce

Martedì 4 aprile
ore 21:00 Inquietudini letterarie – Quintoveda (via Cavour 58). Reading di autori imolesi e non a cura di Carta e Calamaio.

Mercoledì 5 aprile
ore 18:00 Alice in the dark – Libreria Mondadori (via Emilia 71). Lettura per ragazzi a cura della Compagnia Exit
ore 19:00 / 20:30 Dall’anima al mare aperto – Via Emilia, P.zza Abate Ferri, Via Cavour. Letture itineranti a cura della Compagnia Exit
ore 21:00 Teatro e nuove generazioni – Quintoveda (via Cavour 58). Incontro a cura di Compagnia Exit e Samanta Sonsini

Giovedì 6 aprile
ore 21:00 I miei giorni felici – Sala polivalente di Borgo Tossignano (via Zoffoli 1). Spettacolo teatrale compagnia FUAL di Modena

Venerdì 7 aprile
ore 21.00 I soliti ignoti – Quintoveda (via Cavour 58). Cover band acustica

Sabato 8 aprile
ore 11/ 12:30 Incursioni boreali – via Nardozzi, via Emilia, via Quaini. Incursioni teatrali liberamente ispirate alle saghe nordiche. A cura di Quintoveda e Carta e Calamaio.
ore 16-19 Inquietudini nordiche – Workshop di approfondimento sulla cultura scandinava Quintoveda (via Cavour 58). A cura della Dott.ssa Carla Casazza. Attraverso letteratura, musica, cinema, arti visive, filosofia sarà possibile approfondire la cultura e lo stile di vita dei popoli nordici che fanno dell’inquietudine una connotazione peculiare della propria anima, spinta al cambiamento, motore di indagine interiore, “musa” di artisti e intellettuali. Iscrizioni a carlacasazza67@gmail.com
ore 17:00 Concerto – All the best music shop (via Mazzini 15)
ore 17:15 Oz in the dark – La città dei giochi (via Appia 56) lettura animata per ragazzi
ore 17.30 Anatomia dell’Inquietudine. Divagazioni filosofiche in compagnia di Chatwin e Dante – Chaimandir (via Orsini 35). L’inquietudine si rivela essere uno stato d’animo sempre più diffuso nelle società contemporanee. Durante l’incontro si cercherà di muoversi a ritroso nella storia del pensiero per sondare quanto essa sia costitutiva della stessa condizione umana e quali siano le sue relazioni con l’antitesi tanto spesso invocata, la quiete. Pietre miliari dell’itinerario saranno gli scritti di Bruce Chatwin e Dante Alighieri. A cura del filosofo Gianmaria Beccari
ore 18:15 Alice una di noi – Via Emilia Ovest. Performance teatrale a cura della Compagnia Exit
ore 19:00 Elastiche deformazioni – Top of the Hops (via Selice 60). Installazioni, performance, musica, letture a cura di Quintoveda. Birre artigianali a tema.
ore 20:00 Io sono ovunque – Terrazza Panoramica (via Selice 40). Spettacolo di Danza contemporanea e Musica Elettronica a cura di Samanta Sonsini e Pè.Gal
ore 21:00 Drive me dead – Quintoveda(via Cavour 58). Concerto Rock

Inoltre

dal 31 marzo al 28 aprile, ore 17-18, Zeta Lab / Hip Hop e danza urbana, da 6 a 10 anni.
Un percorso divertente e pieno di energia che andrà a contaminare l’hip hop con la danza urbana ovviamente a misura di bambino. Si lavorerà insieme sulle musiche, i movimenti e gli spazi per preparare una performance finale per il 29 aprile Giornata internazionale della danza. Docente: Samanta Sonsini. Info e iscrizioni: info@quintoveda.com, sms 3891977257

Giovanni Marinelli live a Quintoveda

Venerdì 31 marzo, ore 21, a Quintoveda (Via Cavour 58, Imola), nell’ambito del festival di arti performative Enjoy Your Town, Giovanni Marinelli presenterà il suo nuovo album Il Velo di Maya. Con: Giovanni Marinelli – voce, chitarra – Max Scarcia – chitarra – Tiziano De Siati – basso – Max Messina – batteria.
Giovanni Marinelli, artista noto all’interno del panorama musicale indipendente italiano per le sue collaborazioni e opening live prestigiose (Omar Pedrini, Federico Poggipollini, Blastema, Ignazio Orlando…) e per l’album “Oniria” (2013) che ha spopolato nelle classifiche radiofoniche indipendenti, torna sulla scena con il suo nuovo attesissimo lavoro: “Il Velo di Maya”.
Il suo singolo d’anteprima “Aspettando Qualcuno” ha già ottenuto uno straordinario successo in radio e ha suscitato la curiosità del pubblico. Con la produzione artistica di Carmelo Pipitone dei Marta sui Tubi e il masteringeseguito da Marc Urselli all’East Sound Studio di New York, è disponibile su iTunes Il Velo di Maya, terzo album solista di Giovanni Marinelli pronto a segnare la svolta artistica del cantautore verso un sound spiccatamente indie.
Il Velo di Maya è un album dalle tematiche complesse, intime: un mix di suoni moderni in grado di produrre atmosfere sonore incisive e dinamiche. L’indie rock la fa da padrone ma non mancano spunti ad armonie orientali e accenti di elettronica. Si potrebbe definire un viaggio interiore, specchio della personalità di un artista vissuto che affida alle sue canzoni il compito di raccontare se stesso e la realtà che lo circonda.

Al via la prima settimana del festival di arti performative Enjoy Your Town

Inizierà con una grande festa di apertura la 3° edizione di Enjoy Your Town, Festival di arti performative in programma dal 25 marzo al 29 aprile 2017 che si svolgerà come gli anni precedenti nelle aree urbane del centro storico di Imola nel mese che intercorre tra la giornata internazionale del teatro (27 marzo) e la giornata internazionale della danza (29 aprile), proponendo oltre cento eventi declinati secondo un tema specifico che farà da filo conduttore a tutte le performance: Inquietudini Contemporanee.

Enjoy Your Town è organizzato da Panta Rei Associazione di Liberazione delle Arti e Quintoveda, realtà artistica e culturale situata nel centro storico di Imola, con il supporto di tantissime attività commerciali e non della città.
L’
obiettivo del festival è proporre tanti momenti di riflessione su una tematica che oggi è veramente all’ordine del giorno, che riguarda tutti noi, nelle nostre incertezze e fragilità.
È
stata attivata anche una campagna di crowdfounding su Eppela per supportare il festival che è autofinanziato.
Al seguente link è possibile vedere il video promozionale del festival

Gli eventi dal 25 marzo all’1 aprile

Sabato 25 marzo
ore 13 Opening Brunch – Pranzo a buffet di finanziamento del festival a Quintoveda, via Cavour 58. Aperto a tutti i soci e a chi vuole diventarlo. Euro 10 bevande escluse + tessera per chi non la possiede (4 euro)
Prenotazione obbligatoria entro venerdì 24 marzo ore 13 info@quintoveda.com SMS 3891977257
ore 17.30 Io sono qui – Piazza Caduti per la libertà. Performance del gruppo di danza dell’istituto Alberghetti di Imola.
ore 17.45 The Starry Night
– Via Emilia, sotto l’orologio. Performance di danza a cura di Eleonora Vacca, insegnante di danza classica e danzatrice della compagnia Alice Gira in Città.
ore 18
Io sono qui – Piazza Caduti per la libertà. Performance del gruppo di danza dell’istituto Alberghetti di Imola.
Ore 18.15
Nella tana – Galleria 58, vicolo Troni. Performance di teatro danza a cura di Samanta Sonsini, regista, danzatrice e danzamovimentoterapeuta.
ore 19 Cena con gli artisti
– Bar Ai Giardini. Cena menù fisso 12 euro con gli artisti dell’Opening Party e con lo staff del Festival. Prenotazione obbligatoria al numero 331 7317093 entro giovedì 23 marzo ore 13.
ore 21 Opening Party – Bar Ai Giardini e Giardini di S. Domenico. Una serata con la musica live di alcune giovani band: Rams Rams, Twosteps, Karamazov, Elene, Wasaber, Rastavibe. Momenti performativi a cura di Quintoveda e Compagnia Alice gira in città. Dj set fino a tarda notte con PeGal.

Domenica 26 marzo
ore 17 – 18.30 Equilibri e stati precari delle cose – Arti circensi e giocoleria in galleria con Le Fucine Vulcaniche – Galleria del centro cittadino. In collaborazione con Barcode.
Ore 18.30 Scintille nel limbo
– Quintoveda. Fluo Party, Aperitivo e Djset con Dinosaurs and I

Lunedì 27 marzo
ore 10-20, Giornata internazionale del Teatro: tantissime performance teatrali , incursioni improvvise, invaderanno il centro storico di Imola nel pomeriggio della giornata internazionale del teatro. Tra attori, allievi e esiti di laboratori, lo staff di Quintoveda e molti altri soci di Panta rei riempiranno gli spazi cittadini di nuovi corpi e contenuti.

Martedì 28 marzo
ore 21 Bakaw 4ET – Concerto jazz – Quintoveda, via Cavour 58. Giacomo Casadio- sax, Fabio Mazzini – chitarra, Francesco Ottaviano – Contrabbasso, Marco fenati – batteria

Mercoledì 29 marzo
ore 20.30 Gruppo di lettura Quarta di copertina – Quintoveda. Serata tra libri, drink e stuzzicheria.

Giovedì 30 marzo
ore 21 Coro Attosecondo – Quintoveda

Venerdì 31 marzo
ore 18 Anatomia dell’Inquietudine. Divagazioni filosofiche in compagnia di Chatwin e Dante. L’inquietudine si rivela essere uno stato d’animo sempre più diffuso nelle società contemporanee. Durante l’incontro si cercherà di muoversi a ritroso nella storia del pensiero per sondare quanto essa sia costitutiva della stessa condizione umana e quali siano le sue relazioni con l’antitesi tanto spesso invocata, la quiete. Pietre miliari dell’itinerario saranno gli scritti di Bruce Chatwin e Dante Alighieri. A cura del filosofo Gianmaria Beccari
ore 20 Improvvisazioni lunari
Giardini di S. Domenico. Improvvisazioni di danza e movimento a cura della Compagnia Alice Gira in Città. il movimento più urbano e contemporaneo si nutre delle contaminazioni con la musica di Chopin
ore 21, Giovanni Marinelli in concerto
Quintoveda. Presentazione del nuovo album Il Velo di Maya. Con: Giovanni Marinelli – voce, chitarra – Max Scarcia – chitarra – Tiziano De Siati – basso – Max Messina – batteria.
Giovanni Marinelli, artista noto all’interno del panorama musicale indipendente italiano per le sue collaborazioni e opening live prestigiose (Omar Pedrini, Federico Poggipollini, Blastema, Ignazio Orlando…) e per l’album “Oniria” (2013) che ha spopolato nelle classifiche radiofoniche indipendenti, torna sulla scena con il suo nuovo attesissimo lavoro: “Il Velo di Maya”.
Il suo singolo d’anteprima “Aspettando Qualcuno” ha già ottenuto uno straordinario successo in radio e ha suscitato la curiosità del pubblico. Con la produzione artistica di Carmelo Pipitone dei Marta sui Tubi e il masteringeseguito da Marc Urselli all’East Sound Studio di New York, è disponibile su iTunes Il Velo di Maya, terzo album solista di Giovanni Marinelli pronto a segnare la svolta artistica del cantautore verso un sound spiccatamente indie.
Il Velo di Maya è un album dalle tematiche complesse, intime: un mix di suoni moderni in grado di produrre atmosfere sonore incisive e dinamiche. L’indie rock la fa da padrone ma non mancano spunti ad armonie orientali e accenti di elettronica. Si potrebbe definire un viaggio interiore, specchio della personalità di un artista vissuto che affida alle sue canzoni il compito di raccontare se stesso e la realtà che lo circonda.

Sabato 1 aprile
ore 17-18.30, 2 Steps in concerto – All the best musica shop, via Mazzini 15
ore 17.30 – Overlay
– Galleria d’arte Contemporanea Il Pomo Da Damo, via XX settembre 27, performance di danza contemporanea a cura di Eleonora Vacca, danzatrice e insegnante di danza classica.
ore 18, San Domenico – Coro Attosecondo in concerto
. Performance del coro polifonico bolognese diretto dal maestro Marco Belluzzi.
Attosecondo si è costituito nel 1997 e riunisce una ventina di musicisti e cantanti accomunati dall’entusiasmo e dalla passione per la coralità, che si alternano nei diversi ruoli di coristi, solisti, strumentisti, arrangiatori e tecnici dando vita ad uno spettacolo che esprime una vera e propria coralità d’insieme.
Il gruppo ha inizialmente esplorato i canti della tradizione nera afro-americana, frequentemente personalizzati con propri arrangiamenti, e successivamente ha intrapreso altre strade musicali avvicinandosi al ‘900 storico e contemporaneo, alla musica popolare e pop. Questo ha permesso di sperimentare sonorità più vicine al gruppo sia culturalmente che anagraficamente.
ore 19.30, San Domenico – Inquietudo Project. Trilogia sull’Oggi.
Progetto coreografico e di regia collettiva a cura di Samanta Sonsini e Compagnia Alice gira in città
Nato nel settembre 2015 sperimentando il lavoro con gruppi diversi di persone più o meno ampi, questo progetto è nato in una prima fase per indagare le inquietudini dell’uomo di oggi coinvolgendo persone di tutte le età e raccogliendo le loro esperienze, utilizzando le loro emozioni per produrre i testi dello spettacolo, facendo del momento laboratoriale un vero e proprio momento di ricerca.
Dopo quest’ampia raccolta di materiali , non solo scritti, ma anche di movimento, le tre tappe del progetto Inquietudo, della durata di 30 minuti ciascuna, sono diventati tre momenti di spettacolo indipendenti ma strettamente connessi.
A un anno di distanza, la Compagnia Alice gira in città vuole fare di questi materiali, in particolar modo di quelli più significativi, un unico spettacolo che racconti l’essere umano di oggi sulle musiche dell’imolese Giovanni Dal Monte.
Al seguente link il video promo del progetto

Laboratori

Sabato 25 marzo (ore 15-17) e domenica 26 marzo (ore 11-13) a Quintoveda (Via Cavour 58) si svolgerà Frammenti, laboratorio teatrale festival EYT finalizzato a incursioni urbane nel centro storico di Imola per la Giornata Internazionale del teatro lunedì 27 marzo, dalle ore 17 alle ore 20.
Partendo da suggestioni del Libro dell’Inquietudine di Pessoa si verranno a creare Frammenti teatrali legati appunto al tema del festival #inquietudinicontemporanee. Tra ironia, parole e movimento si creerà, il 27 marzo, una curiosa spedizione teatrale per la città che inizierà l’invasione di negozio, locali, piazze e strade per celebrare la giornata mondiale del teatro. Il laboratorio è adatto a tutti, non è necessario avere esperienze precedenti in ambito teatrale.
Costo del laboratorio 5 euro più tessera ARCI/PANTA REI 4 euro per chi non la possiede già.
Docente: Samanta Sonsini.

Infine, dal 31 marzo al 28 aprile, ore 17-18, Zeta Lab / Hip Hop e danza urbana, da 6 a 10 anni.
Un percorso divertente e pieno di energia che andrà a contaminare l’hip hop con la danza urbana ovviamente a misura di bambino. Si lavorerà insieme sulle musiche, i movimenti e gli spazi per preparare una performance finale per il 29 aprile Giornata internazionale della danza. Docente: Samanta Sonsini. Info e iscrizioni:
info@quintoveda.com, sms 3891977257

Enjoy Your Town 2017 – Inquietudini contemporanee

La 3° edizione di Enjoy Your Town, Festival di arti performative è in programma dal 25 marzo al 29 aprile 2017. Si svolgerà come gli anni precedenti nelle aree urbane del centro storico di Imola nel mese che intercorre tra la giornata internazionale del teatro (27 marzo) e la giornata internazionale della danza (29 aprile). Tra le principali novità di quest’anno un tema specifico che farà da filo conduttore a tutte le performance: Inquietudini contemporanee.
Declinate in tutte le accezioni possibili, le inquietudini diventano il motore che dà vita al festival, alle performance, ai concerti, ai testi scritti e letti. Il programma, sempre più ampio e inclusivo, vedrà l’invasione anche di alcuni luoghi privati, gentilmente messi a disposizione dai cittadini per farli diventare perfette location di performance o eventi. Rispetto agli scorsi anni ci saranno molti momenti di riflessione, conferenze e incontri tenuti da esperti sul tema dell’inquietudine che affiancheranno alcune performance. Tanti i laboratori e i workshop che si terranno a Quintoveda, sia fra settimana sia in forma intensiva nel week end.
Enjoy Your Town è organizzato da Panta Rei Associazione di Liberazione delle Arti e Quintoveda, realtà artistica e culturale situata nel centro storico di Imola, con il supporto di tantissime attività commerciali e non della città. Alcuni eventi arriveranno anche nel circondario: è prevista infatti una rassegna di quattro spettacoli alla sala polivalente di Borgo Tossignano.
L’obiettivo del festival è proporre tanti momenti di riflessione su una tematica che oggi è veramente all’ordine del giorno, che riguarda tutti noi, nelle nostre incertezze e fragilità. Non riguarda solo le fasce di popolazione più precarie, riguarda tutti, e riflettere non solo sui lati negativi di questo concetto ma anche e soprattutto sulle declinazioni positive che vedono l’inquietudine come quella crisi che poi porta alla rinascita in una nuova forma, che porta il cambiamento, che porta nuove opportunità e possibilità ci sembrava fondamentale per raccontare attraverso le arti performative il mondo di oggi.
Per cinque week end e i tanti giorni che vi stanno in mezzo Imola sarà invasa da spettacoli, performance e iniziative per tutte le età, coinvolgendo dai bambini più piccoli, agli adulti, alla terza età. Un’invasione di idee, colori riflessioni che dall’oscuro grigio dell’inquietudine si aprono verso le tonalità più disparate.
Per coinvolgere le nuove generazioni saranno anche attivati concorsi delle varie discipline artistiche in modo tale da renderli parte attiva, da dare voce a quell’inquietudine che loro, prima di tutti, hanno dentro.

È stata attivata anche una campagna di crowdfounding su Eppela per supportare il festival che è autofinanziato.
Al seguente link è possibile vedere il video promozionale del festival

Tra i numerosi eventi in calendario (che si possono consultare nel dettaglio al sito http://eyt.imola.city/) ricordiamo in particolare:
Opening Party – Sabato 25 marzo, ore 21, Bar Ai Giardini e Giardini di S. Domenico. Serata di Inaugurazione del Festival. Musica live con quattro giovani band: Antico Lunario Imolese, Rastavibe, Prisma e CZ. Momenti performativi a cura di Quintoveda e Compagnia Alice gira in città. Dj set fino a tarda notte con PeGal.
Giornata internazionale del Teatro – Lunedì 27 marzo, ore 10-20. Tantissime performance teatrali , incursioni improvvise, invaderanno il centro storico di Imola nel pomeriggio della giornata internazionale del teatro.
Giovanni Marinelli in concerto – Venerdì 31 marzo, ore 21, Quintoveda: presentazione del nuovo album Il Velo di Maya. Con: Giovanni Marinelli – voce, chitarra – Max Scarcia – chitarra – Tiziano De Siati – basso – Max Messina – batteria.
Coro Attosecondo in concerto – Sabato 1 aprile ore 18. Performance del coro polifonico bolognese diretto dal maestro Marco Belluzzi.
Inquietudo Project – Sabato 1 aprile ore 21. Trilogia sull’Oggi. Progetto coreografico e di regia collettiva a cura di Samanta Sonsini e Compagnia Alice gira in città
Inquietudini nordiche – Sabato 8 aprile ore 16-19, Quintoveda. Workshop di approfondimento sulla cultura scandinava a cura della Dott.ssa Carla Casazza.
Impronte nella nebbia – Sabato 22 aprile, ore 21. Quadri fragili dell’incertezza. A cura della Compagnia Alice Gira in Città
The H8FUL Tarantino Tribute Band in concerto – Domenica 23 aprile
Giornata internazionale della danza – Sabato 29 Aprile
Le piazze e le strade del centro storico vedranno numerosi gruppi e assoli  di danza, di tutti i generi, di Imola e non solo, che animeranno in contemporanea gli spazi della città.
Anatomia dell’inquietudine – Divagazioni filosofiche in compagnia di Chatwin e Dante, a cura del Dott. Gianmaria Beccari.
Michela Rosa (danzatrice, Roma) – Alzarsi – studio sulla caduta,il recupero della verticalità e loro declinazioni performance di danza contemporanea e di ricerca
L’oggi informe / Omaggio a Zygmunt Bauman a cura di Samanta Sonsini e Federico Bandini
Tra teoria, momenti performativi e società liquida
Rassegna MindFactory / Borgo Tossignano – Sala Polivalente di Borgo Tossignano – venerdì 7-14-21-28 aprile ore 21
Una rassegna di quattro spettacoli teatrali, alcuni di professionisti, alcuni frutto dei laboratori attivati a Gennaio alla sala polivalente di Borgo Tossignano. Filo conduttore del lavoro dei gruppi teatrali e degli artisti ospiti il Viaggio come percorso fisico nello spazio ma anche come sperimentazione del tempo e come conoscenza di sé.
Gli indifferenti / racconto teatrale di una staffetta partigiana  a cura della Compagnia Alice Gira in città
Forme e contorni di una paura informe / 4 Assoli di teatro danza sull’inquietudine del cambiamento e la paura dell’altro.
Wanted 1° maggio live talent tour
Quintoveda partecipa alla rete di live nata da Toast Record e Audiocoop per promuovere attorno all’evento del 1° maggio di Torino il sempre più vivo underground musicale italiano, ospitando la serata finale che decreterà, di fronte ad una giuria di esperti, la band vincitrice che parteciperà alla kermesse torinese il 1° maggio  nello storico locale Hiroshima mon amour.
Io sono ovunque performance di Danza Contemporanea e Musica Elettronica con  Samanta Sonsini e Pè.Gal
Scritture Boreali, reading dedicato agli scrittori scandinavi contemporanei. Tra suggestioni paesaggistiche e musicali, sarà un viaggio nell’anima nordica. L’evento è realizzato da Carla Casazza in collaborazione con Quintoveda e Compagnia Alice Gira in Città.
Coni d’ombra: Fluttuano fra cielo e terra a cura di gruppo di scrittura Ippogrifo

Il marzo di Quintoveda è dedicato alle donne

Sarà un mese dedicato in particolar modo alle donne marzo a Quintoveda (Via Cavour 58, Imola), lo spazio gestito dall’Associazione Panta Rei. E si “scalderanno i motori” per Enjoy Your Town, il festival di arti performative organizzato da Panta Rei che animerà Imola dal 25 marzo al 29 aprile.
Ecco il programma nel dettaglio.
I lunedì dalle ore 19 aperitivo a tema , happy hour dalle 19 alle 20 e buffet. Punti di vista / Percorsi d’arte e immagini. Una serata alla settimana dedicata al colore e allo sguardo dell’artista che sta dietro una fotocamera, una macchina da presa o con un pennello in mano. Tra contaminazioni e suggestioni varie, dalla pittura, al trucco, alla fotografia, al body painting.
6 marzo
ore 20: Portrait – Open set fotografico a cura di FoxLab. Tutte le info per partecipare sul sito www.quintoveda.com
13 marzo ore 21: Photomusic – Mostra fotografica + musica live a cura di FoxLab
20
marzo ore 21: Flower power – Festa di primavera tra colori musica e coktails a tema

Non ricreare. Crea. Tutti i martedì ore 21. Rassegna di musica teatro danza scrittura. Dalle 19 aperitivi, cibo e  ottime birre artigianali in collaborazione con Top of the hops.
7
marzo: “Io sono ovunque” performance di Danza Contemporanea e Musica Elettronica con Samanta Sonsini e Pè.Gal
14
marzo: “Rostad-Lok Trio” musica jazz con Francesco Cervellati, Giacomo Ferrigato (chitarra) e Youssef Ait Bouazza (batteria)
21
marzo: “Tracce/Impronte nella nebbia” Progetto di teatro/danza a cura della compagnia “Alice gira in città” con Antonino Stella, Eleonora Vacca e Samanta Sonsini.

I mercoledì ore 21 Plurali irregolari declinati al femminile. Mese di marzo dedicato alle donne, tra letteratura, arti visive, performance, musica,approfondimenti storici e curiosità.
8 marzo:
Ovocellule ad arte. Giornata Internazionale della donna. Voci, Corpi, Parole e Musica al femminile.
15 marzo: Parole di donne. Reading di autrici imolesi e non
a cura di “Carta e Calamaio”
22 marzo:
La chiave di Gaia. Testa, cuore, sesso. Presentazione a cura di Giada Cesari.

I giovedì dalle ore 21 Giovedì d’InCanto – Per cantare, divertirsi e condividere spazi con tante tisane e novità. Da questo mese tutti i giovedì saranno in compagnia del Coro Attosecondo di Bologna. È POSSIBILE ENTRARE A FAR PARTE DEL CORO iscrivendosi tramite mail a info@quintoveda.com

Venerdì@Quintoveda è Undergroun Experience dalle ore 19 con Aperitivo – stuzzicheria – drink.
3 marzo
ore 21: “Underground vol.2” Rassegna di giovani band
10 marzo
ore 21: Presentazione del thriller “Il cainita” (Damster Editore) di Luca Occhi in collaborazione con Officine Wort
17 marzo
ore 21: Shonan in concerto Punk/Rock con Federico Arcuri (voce e chitarra), Manuel Travalloni (basso e voce), Danilo Tirillo (batteria)
24 marzo
ore 21: “Underground vol.3” Rassegna di giovani band

Il sabato ore 17 Rassegna Intorno al baobab. Spettacoli e animazioni per bambini con merenda.
4 marzo:
Micromondi rassegna Andersen – Burattini, “Scarpette rosse” A cura della compagnia “ARTISTI MOLESTI”
11 marzo: Micromondi rassegna Andersen – Lettura, “I cigni selvatici.”
A cura della compagnia “ARTISTI MOLESTI”
18 marzo:
Evento fuori sede. Inaugurazione “BottegaZero” – via Nardozzi, 19 Imola – Musica, performance, letture, animazione

Domenica Off – Live & Performing. Aperitivo con buffet dalle ore 18.30.
5 marzo: Andrea Faccioli. Musiche d’autore
. Da Guccini a De Andrè, da De Gregori a Dalla.
12 marzo:
Aperitivo psichedelico. La serata più fluo dell’anno! Dj set, performance, video e colori
19 marzo:
Cià’Bot duo – blues / swing con Irene Rugiero (voce), Fabio Mazzini (Chitarra)

SPECIAL EVENTS
Enjoy Your Town / FestivalArtiPerformative. Inquietudini contemporanee
Dal 25 marzo al 29 aprile – Imola e circondario. Programma completo degli eventi sul sito web eyt.imola.city

Buk Festival 2017

Decima edizione quest’anno per il Buk, Festival della piccola e media editoria, che si svolgerà a Modena il 18 e 19 febbraio.
Oltre 100 case editrici, una sessantina di iniziative collaterali e un cartellone rivolto anche ai più piccoli, il programma 2017 propone incontri con gli autori e anteprime nazionali.
A questo link trovi tutti gli appuntamenti della X edizione di Buk Festival, e a questo le attività e i laboratori dedicati ai più piccoli.
Nel corso delle due giornate si terranno anche gli appuntamenti relativi al Premio letterario Buk Festival: la  cerimonia  di  premiazione  sarà sabato 18  febbraio alle ore  21.00 presso l’Auditorium  Marco Biagi.  Nel corso della serata saranno svelati i vincitori scelti tra i finalisti selezionati. Il  giorno  successivo, domenica 19  febbraio alle ore  10.00  presso  la  Sala  Europa di  Buk Festival verranno presentate al pubblico le opere vincitrici.

Quintoveda: il programma di febbraio

Presentazioni di libri, reading letterari e tanta musica saranno tra i protagonisti del calendario di febbraio di Quintoveda (Via Cavour 58, Imola), lo spazio gestito dall’Associazione Panta Rei. Ma non mancheranno gli appuntamenti legati al carnevale per grandi e piccoli, l’arte, il teatro, gli aperitivi e persino un Nutella Day.

I lunedì dalle ore 19 aperitivo a tema , happy hour dalle 19 alle 20 e buffet.
Punti di vista / Percorsi d’arte e immagini. Una serata alla settimana dedicata al colore e allo sguardo dell’artista che sta dietro una fotocamera, una macchina da presa o con un pennello in mano. Tra contaminazioni e suggestioni varie, dalla pittura, al trucco, alla fotografia,al body painting.
6 febbraio ore 20: Fate e sciamane – Mostra delle opere di Rossella Brini. In collaborazione con il Circolo Amici dell’arte di Imola.
13 febbraio ore 20: Mostra fotografica delle opere di Nicholas Garelli.
20 febbraio ore 21: Factory – Omaggio a Andy Warhol. Scritti, suggestioni e danza a cura della compagnia Alice Gira in Città.
27 febbraio ore 20: Portrait – Open set fotografico a cura di FoxLab. Tutte le info per partecipare sul sito http://www.quintoveda.com

Non ricreare. Crea. Tutti i martedì ore 21. Rassegna di musica teatro danza scrittura. Dalle 19 aperitivi, cibo e  ottime birre artigianali in collaborazione con Top of the hops.
7 febbraio ore 21: Presentazione del romanzo noir Anemone al buio di Maria Silvia Avanzato in collaborazione con Carta&Calamaio
14 febbraio ore 21: Quirkyalone Day! Cogliendo spunto da questo nuovo movimento serata per solitari bizzarri!!! Drink, wine e sorprese!!! Prenotazione consigliata a info@quintoveda.com
21 febbraio ore 21: Acusticadelica live- blues/etnico/jazz – con Michele Gandolfi Colleoni – voce, Andrea Tampieri – chitarra banjo bouzuki, Carlo Machirelli – chitarra, Francesco Cervellati – contrabbasso, Paolo “pablo” Marani – tromba flicorno, Youssef Ait Bouazza – batteria.
28 febbraio ore 21: Come libri aperti… vol.2 – Letture e racconti a cura dell’Associazione Ippogrifo

I mercoledì ore 19 Community on / Lezioni pratico teoriche e laboratori di teatro, musica, cittadinanza e molto altro ancora a cura di esperti che si susseguiranno durante i mesi invernali. Per chi ha sete di conoscenza ma anche di un buon vino. Per chi è curioso, e per chi lo vuole diventare…
1-8-15-22 febbraio: Dirty Dancing Lab – In questo mese dedicato al carnevale e a tutti i suoi significati di rovesciamento dei luoghi comuni e non solo, il mercoledì sera si balla per prepararsi alla partecipazione del Carnevale dei Fantaveicoli! Siete tutti invitati, ci si può inserire in qualunque momento.

I giovedì dalle ore 21 Giovedì d’InCanto – Per cantare, divertirsi e condividere spazi con tante tisane e novità. Da questo mese tutti i giovedì saranno in compagnia del Coro Attosecondo di Bologna. È POSSIBILE ENTRARE A FAR PARTE DEL CORO iscrivendosi tramite mail a info@quintoveda.com

Venerdì@Quintoveda è Undergroun Experience dalle ore 19 con Aperitivo – stuzzicheria – drink.
3 febbraio ore 21: Stop’n’Go in concerto – rock blues anni 60/70 italiano e straniero. Con Nerio Nannoni – Voce e chitarra, Maurizio Minganti – Chitarra e voce, Gianpiero Landi – Tastiere e voce, Pino Gollini – Batteria e voce, Eros Musconi – Basso.
10 febbraio ore 21: Presentazione del noir Qvimera di Gino Marchitelli. In collaborazione con Officine Wort. Al termine della presentazione degustazione dei vini dell’azienda vitivinicola Gandolfi.
17 febbraio ore 21: Scritture boreali – Reading dedicato alla letteratura scandinava contemporanea. Tra suggestioni paesaggistiche e musicali, viaggio nell’anima nordica. Realizzato da Carta & Calamaio in collaborazione con Quintoveda e Compagnia Alice Gira in Città.
24 febbraio ore 21: Lokarock in concerto – pop rock dagli anni ’60 in poi. Balducci Roberto – Batteria, Federici Alfredo – chitarra solista e voce, Sonsini Giuseppe – Basso e voce, Federici Liliano – chitarra e voce, Enza D’Errico – Cantante, Fabio Monducci – tastiere.

Il sabato ore 17 Rassegna Intorno al baobab. Spettacoli e animazioni per bambini con merenda. Speciale carnevale.
4 febbraio: Carnevale con Rodari tra storie e filastrocche! Letture, giochi, animazioni ispirate al mondo di Gianni Rodari e ai suoi testi sul carnevale. A cura della Compagnia Artisti Molesti. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori.
11 febbraio: Travestimenti!!! Laboratorio di costumi, maschere, cappelli e giochi  a non finire! A cura della Compagnia Artisti Molesti. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori.
18 febbraio: Tutti a casa di Arlecchino. Spettacolo di burattini. A cura della compagnia artisti molesti. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori.
25 febbraio: Ballo in maschera! Balli e baby karaoke tutti in maschera! A cura della compagnia artisti molesti. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori.

Domenica Off – Live & Performing. Aperitivo con buffet dalle ore 18.30.
5 febbraio: Nutella Day! Incredibile ma vero esiste la Giornata della Nutella!! Cocktail e buffet a tema – dj set e performance…ovviamente a tema!
12 febbraio: Come libri aperti… vol. 1 – Letture e racconti a cura dell’Associazione Ippogrifo
19 febbraio: O5Quartoatto – Improvvisazione teatrale – Direttamente da Ravenna un’invasione teatrale per una domenica all’insegna del teatro dove il pubblico è ancora più fondamentale del solito!
26 febbraio: Sonia Davis in concerto – Vasto repertorio musicale e di grandi risate!

SPECIAL EVENTS
Sabato 4 e 18 febbraio ore 19: UNDERGROUND Selezione di giovani band – aperitivo –buffet in collaborazione con FoxLab

SPECIALE BIMBI
Domenica 5 febbraio ore 15: Nutella Party!!! Merenda a base di Nutella e drink in un bar in miniatura allestito per i più piccoli, balli, laboratori e giochi dove la NUTELLA farà da protagonista! BAMBINI, Preparatevi a sporcarvi!!!

Ricordiamo che il teatro underground di Quintoveda è aperto tutti i giorni dalle ore 19 per i soci che possono usufruire del punto bar e ristoro per un aperitivo o una cena informale prima o durante gli eventi in programma.

Ingresso riservato ai soci Ida e Panta Rei/Quintoveda – tessera 4 euro.
Non siamo più Arci da gennaio 2017 ma affiliati all’IDA e all’ASI.

Anemone al buio di Maria Silvia Avanzato: presentazione a Quintoveda

«Maria Silvia Avanzato è padrona di uno stile di estrema eleganza, che travalica i generi» così dice
Valerio Evangelisti della scrittrice bolognese che martedì 7 febbraio alle ore 21 presenterà il suo ultimo romanzo Anemone al buio (Fazi) a Quintoveda (via Cavour 58, Imola).

Anemone al buio racconta di Gloria che si risveglia dopo un incidente e non è più la stessa. I suoi occhi non vedono più e anche la sua testa funziona male. Ha problemi di memoria e non riesce a distinguere i sogni dalla realtà. Confusa e in preda a quelle che all’inizio sembrano solo allucinazioni, vive una lenta convalescenza nella casa di sempre, assistita dall’amica d’infanzia Licia.
Eppure, qualcosa non torna. Troppe cose strane attorno a lei, troppe persone che non ricorda ma di cui ora riesce a distinguere meglio la voce, con conseguenze talvolta sinistre. Quando, in questa nuova dimensione, iniziano a consumarsi drammi e persino omicidi, Gloria decide che è arrivato il momento di fare un viaggio e ripercorrere i luoghi del passato alla ricerca di sé. Man mano che la memoria comincia a tornare, restituendole frammenti perduti, gli occhi riacquistano la vista anche se lei preferirà non farne parola con nessuno, nemmeno col nuovo fidanzato, in cerca solo della verità. All’insaputa di tutti, prenderà coscienza della realtà che la circonda e scoprirà qualcosa di sconvolgente e insieme inaspettato: un complotto minuziosamente costruito attorno alla sua infermità e un grumo di ricordi con risvolti a dir poco raccapriccianti.

Nata a Bologna nel 1985, Maria Silvia Avanzato ha vinto numerosi concorsi letterari con racconti e romanzi scritti dall’età di cinque anni. Oltre a scrivere articoli per il web e soggetti teatrali, cura mostre d’arte e conduce quotidianamente una trasmissione radiofonica su Radio Bologna Uno. Le piace oscillare fra ironia e noir e convive con una editor inflessibile dai giudizi ferrei: sua nonna. Per Fazi Editore, nel 2013 ha pubblicato Crune d’aghi per cammelli e nel 2015 In morte di una cicala, che ha raccolto un importante consenso di critica e di pubblico.

L’altra metà della notte di Fabio Mundadori: presentazione a Quintoveda

Venerdì 20 gennaio alle ore 21 a Quintoveda (Via Cavour 58, Imola) Fabio Mundadori presenta il suo romanzo “L’altra metà della notte – Bologna non uccide” (Damster Edizioni – Collana Comma 21), intervistato dallo scrittore Luca Occhi di Officine Wort. La presentazione è organizzata in collaborazione con Officine Wort.
2 Agosto 1980. Un attentato terroristico distrugge un’ala della stazione centrale di Bologna, decine di persone incontrano la morte, molte di più vengono solo sfiorate dal suo tocco, ma non per questo ne restano meno segnate.
Oggi. A Bologna una serie di morti inquietanti colora la cronaca di sangue. Sarà il commissario Naldi, vero e proprio mito tra le forze dell’ordine, a dover cercare nel passato delle vittime il filo rosso che tiene unite le loro morti. Ciò che scoprirà? Sopravvivere alla morte non sempre rende migliori.
Nato a Bologna nel 1966,Fabio Mundadori oggi vive a Latina dove si occupa di sicurezza informatica.
Colto dal morbo di Asimov in tenera età, scrive di giallo, thriller, fantascienza e horror dando più volte prova di amare la contaminazione tra generi. Ha esordito con l’antologia Io sono Dorian Dum. Tra il 2006 e il 2015 pubblica vari racconti in diverse antologie. Dopo i due romanzi Occhi Viola  e Dove scorre il male con protagonista Luca Sammarchi, ne L’altra metà della notte racconta la prima avventura del commissario Naldi.
Fabio Mundadori è “social–raggiungibile” sul suo sito personale http://www.fabiomundadori.it e dal suo profilo Facebook.
L’evento è organizzato in collaborazione con Officine Wort.
Al termine della presentazione degustazione gratuita dei vini dell’azienda vitivinicola Gandolfi.

Di libri a Quintoveda si parlerà anche giovedì 19 gennaio alle 20.30 nell’ambito di Leggere rende liberi, incontri per lettori consapevoli. Per approfondire il proprio rapporto con i libri e la lettura. Nel corso degli incontri, realizzati in collaborazione con Gruppo di lettura Quarta di copertina, si parlerà di: Come e perché leggere, Il blocco del lettore, I gruppi di lettura, Diritti del lettore, Slow Reading Manifesto, Lettura e traduzione, Libri cartacei ed ebook, I social network letterari.

Inoltre lunedì 16 gennaio dalle ore 19 Pirografia. Il disegno col fuoco – Mostra dei lavori di Domenico Brini del Circolo Amici dell’Arte di Imola. Con dimostrazione pratica, dalla bozza all’opera finita.
Martedì 17 gennaio ore 21 I legn in concerto. Tra musica e dialetto.
Mercoledì 18 gennaio, ore 20.30, Blues night – Serata all’insegna del blues.
Sabato 21 gennaio, ore 17, Giornata della memoria. Letture teatrali per spiegare l’olocausto ai più piccoli. In collaborazione con Libreria Mondadori Imola. Lettura e laboratorio ispirato a “L’amico ritrovato ” di Fred Uhlmann. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori. Alle ore 21 Il vuoto dentro. Spettacolo teatrale a cura della Compagnia Alice Gira in Città.
Domenica 22 gennaio, dalle ore 18.30, Collettivo Giuliette tra musica, immagini e parole. Aperitivo e live music.
Ingresso riservato ai soci Ida e Panta Rei/Quintoveda – tessera 4 euro.

A Quintoveda concerto del Coro Attosecondo e Leggere rende liberi

Il Coro Attosecondo di Bologna ha scelto Quintoveda (Via Cavour 58, Imola), lo spazio gestito dall’Associazione Panta Rei, per iniziare un percorso artistico anche a Imola. In occasione del ventennale dalla sua creazione, infatti, il coro propone uno spin-off nella nostra città che inizierà le prove dal 2 febbraio. Per presentare questa nuova attività e fare conoscere un assaggio del suo repertorio, sabato 14 gennaio, ore 17.30, Quintoveda ospiterà un Concerto – Presentazione del Coro Attosecondo diretto da Marco Belluzzi. A seguire aperitivo. Nel corso della serata sarà possibile iscriversi al Coro che – come detto – inizierà la sua attività a Quintoveda dal 2 febbraio.
Attosecondo si è costituito nel 1997 e riunisce una ventina di musicisti e cantanti accomunati dall’entusiasmo e dalla passione per la coralità, che si alternano nei diversi ruoli di coristi, solisti, strumentisti, arrangiatori e tecnici dando vita ad uno spettacolo che esprime una vera e propria coralità d’insieme.
Il gruppo ha inizialmente esplorato i canti della tradizione nera afro-americana, frequentemente personalizzati con propri arrangiamenti, e successivamente ha intrapreso altre strade musicali avvicinandosi al ‘900 storico e contemporaneo, alla musica popolare e pop. Questo ha permesso di sperimentare sonorità più vicine al gruppo sia culturalmente che anagraficamente.

Un altro appuntamento interessante da segnalare è la prima di tre serate dal titolo Leggere rende liberi dedicate ai libri e alla lettura organizzate da Quintoveda assieme al Gruppo di lettura Quarta di copertina.
Nel corso degli incontri (
12, 19, 26 gennaio ore 20.30), si parlerà di: come e perché leggere, il blocco del lettore, i gruppi di lettura, diritti del lettore, Slow Reading Manifesto, lettura e traduzione, libri cartacei ed ebook, i social network letterari, e tanto altro ancora.
Il Gruppo di lettura Quarta di copertina è nato 6 anni fa. I suoi componenti si incontrano una volta al mese per confrontarsi sui libri che hanno letto ma finiscono spesso per parlare anche di arte, cinema, teatro, e tutto ciò che li appassiona in ambito culturale.

Ricordiamo gli altri appuntamenti della settimana.

Tutti i lunedì dalle ore 19 Lunedìnatura&colori. Una serata dedicata alla natura, e tutte le discipline che con lei si relazionano, e ai colori, in tutte le loro forme ed espressioni. Dalla pittura al trucco al body painting alla naturopatia. 9 gennaio: Eventi imolesi – Mostra fotografica di Andrea Gambetti. Scatti di alcuni eventi imolesi.

16 gennaio: Pirografia. Il disegno col fuoco – Mostra dei lavori di Domenico Brini del Circolo Amici dell’Arte di Imola. Con dimostrazione pratica, dalla bozza all’opera finita.

La sera del martedì ore 21 sarà dedicata alla rassegna Non ricreare. Crea: musica teatro danza scrittura. Dalle 19 aperitivi, cibo e ottime birre artigianali in collaborazione con Top of the hops.

10 gennaio: Aldo Betto with Blake Franketto & Youssef Ait Bouazza in concerto/ Funk, Afro, Blues e psichedelia.

17 gennaio: I legn in concerto. Tra musica e dialetto.

Tutti i mercoledì ore 20.30 Community On / Serate conviviali di musica, parole e incontri per la cittadinanza. Per ascoltare buona musica, suonare, parlare ma anche sorseggiare un buon vino o un nuovo cocktail. Per chi è curioso, e per chi lo vuole diventare…

11 gennaio: Teatro e cittadinanza – Gli strumenti del teatro per la comunità a cura di Samanta Sonsini (danzatrice, danzamovimentoterapeuta e operatore teatrale) in collaborazione con Compagnia EXIT

Il venerdì è Underground Experience. Dalle ore 19 aperitivo, stuzzicheria, buffet.

13 gennaio: Be Bop Party. Dress code anni ’40 – Musica, trucco e parrucco e tanta energia! Cocktails a tema. Happy hour dalle 19 alle 21

Il sabato pomeriggio è dedicato ai bambini con la rassegna Intorno al Baobab, spettacoli e animazioni per bambini con merenda. Tutti gli eventi avranno inizio alle ore 17.

14 gennaio: Elvis. Lettura spettacolo per ragazzi. A cura della Compagnia Artisti Molesti. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori. A seguire Concerto del coro Attosecondo.

La domenica torna Domenica Off – Live Music e Aperitivo dalle ore 18.30

15 gennaio: Gajé Gipsy Quartet in concerto.

Per immagini e ulteriori informazioni consultare il sito http://www.quintoveda.com

Ricordiamo che il teatro underground di Quintoveda è aperto tutti i giorni dalle ore 19 per i soci che possono usufruire del punto bar e ristoro per un aperitivo o una cena informale prima o durante gli eventi in programma.

Ingresso riservato ai soci Ida e Panta Rei/Quintoveda – tessera 4 euro.

Storia di Blu di Sandra Trambaioli in scena a Ferrara

Storia di Blu, cambiare per tornare a volare, scritta da Sandra Trambaioli e illustrata da Francesco Corli diventa uno spettacolo di grande suggestione che verrà messo in scena domenica 8 gennaio 2017 alle ore 17 al Teatro Comunale Claudio Abbado di Ferrara. La fiaba, pubblicata dall’Associazione Italiana Celiachia Emilia Romagna nel 2015, racconta della farfalla Blu, che riuscirà a trovare il coraggio di cambiare grazie all’amicizia con un magico pesce d’argento e all’aiuto della Regina del Regno di Fata, per ritrovare il sorriso, la forza e la gioia di danzare, ed è dedicata a una giovane ginnasta celiaca che ha saputo affrontare i cambiamenti (alimentari, ma non solo) con tenacia e motivazione, per raggiungere importanti traguardi.
Il successo ottenuto dal libro ha ispirato lo spettacolo teatrale, realizzato dalla stessa AIC Emilia Romagna in collaborazione con la Società Sportiva Estense Putinati di Ferrara, specializzata in ginnastica ritmica e la Cooperativa Zero Beat, attiva nel mondo delle produzioni teatrali.
Sulla scena, la vicenda di Blu sarà rappresentata dalle giovani atlete del corpo di ballo AliBlu, guidate dalla coreografa Livia Ghetti, che si esibiranno in volteggi ed evoluzioni di ginnastica ritmica, intervallati dalla narrazione dal vivo della fiaba e arricchiti da musica e immagini scenografiche.
L’intero ricavato sarà devoluto a sostegno delle attività dei volontari di AIC, che sull’intero territorio emiliano-romagnolo si impegnano quotidianamente per offrire a tutti i celiaci e ai loro familiari aiuto, sostegno, aggiornamenti in campo medico scientifico, attività e servizi gratuiti per vivere la malattia celiaca con consapevolezza e serenità.

Per maggiori informazioni: segreteria@aicemiliaromagna.it – 059.454462

Prevendita biglietti a questo link

Dicembre a Quintoveda per chiudere l’anno in bellezza

Un dicembre ricchissimo di eventi quello proposto da Quintoveda (Via Cavour 58, Imola), lo spazio gestito dall’Associazione Panta Rei, per concludere l’anno con tante proposte interessanti per tutti i gusti ed età.

Tutti i lunedì dalle ore 19 Lunedìnatura&colori. Una serata dedicata alla natura, e tutte le discipline che con lei si relazionano, e ai colori, in tutte le loro forme ed espressioni. Dalla pittura al trucco al body painting alla naturopatia.
5 dicembre: Lightness – Mostra delle opere della giovane artista Stefania Oggianu. Momenti performativi con la danzatrice Serena Fossanova.
12 dicembre
: Natura naif surreale – Mostra delle opere di Nadia Albertazzi del Circolo Amici dell’Arte di Imola in collaborazione con la Compagnia Alice Gira in Città.
19
dicembre: Mostra di fumetti di Claudio Bianconi in collaborazione con il musicista e scrittore Carlo Falconi.

La sera del martedì ore 21 sarà dedicata alla rassegna Non ricreare. Crea: musica teatro danza scrittura. Dalle 19 aperitivi, cibo e ottime birre artigianali in collaborazione con Top of the hops.
6 dicembre: Verner, cantautorato italiano
. Con Gianandrea Verner Esposito, Alessandro Petrillo, Luca Nicolasi, Simone Cavina
13 dicembre: Afroblue, Funk-Blues
. Con Alessandro Lapia, Riccardo Ferrini, Youssef Ait Bouazza.
20 dicembre: Athelophobia, spettacolo Teatrodanza
. Con Compagnia Alice Gira in Città.

Tutti i mercoledì ore 20.30 Laboratorio immateriale/Lezioni pratico teoriche e laboratori di teatro, musica, cittadinanza e molto altro ancora a cura di esperti che si susseguiranno durante i mesi invernali. Per chi ha sete di conoscenza ma anche di un buon vino. Per chi è curioso, e per chi lo vuole diventare…
7 dicembre: Identità e cittadinanza attiva
. Tra sociologia, antropologia e pedagogia a cura di Samanta Sonsini (danzatrice, danzamovimentoterapeuta e operatore teatrale)
14 dicembre: Teatro e cittadinanza
. Gli strumenti del teatro per la comunità a cura di Samanta Sonsini (danzatrice, danzamovimentoterapeuta e operatore teatrale) in collaborazione con Compagnia EXIT.
21 – 28 dicembre e 4 – 11 gennaio 2017: Drum Circle
a cura di Paolo Caruso (musicista, percussionista) in collaborazione con il Combo Jazz Club.
Info dettagliate sui programmi e costi dei lab immateriali sul sito web
www.quintoveda.com.

Tutti i giovedì alle ore 21 Giovedì letterari: Reading, concerti, performance su scrittori e scritture in collaborazione con Libreria Mondadori, , Carla Casazza e Carta e Calamaio.
1 dicembre: Quante strade – Bob Dylan tra note e parole
. Premio Nobel per la letteratura 2016.
8 dicembre: Tra ferro e fiori – Frida Khalo tra pittura, lettere e vita.
110° anniversario della nascita.
15 dicembre: Tantz tantz – Pina Bausch tra scritti, biografie e testimonianze
. Leone d’Oro alla Carriera 2007.
22 dicembre: Senza categoria – Dario Fo. Tra letteratura e teatro
. Premio Nobel per la letteratura 1997.
29 dicembre: Un’immortalità all’indietro – Umberto Eco Tra testi e vita
. 40 lauree honoris causa.

Il venerdì è Underground Experience. Dalle ore 19 aperitivo, stuzzicheria, buffet.
2 dicembre
ore 20: Karaokanto di NataleDove il Natale è solo una scusa per cantare!!! Serata Karaoke per tutti.
9 dicembre
ore 21: Evaliberatutte: donne, post-femminismo, religioni e controllo sociale. Meglio soccombere nella gloria polverosa come eroine delle cause perse, o cambiare le proprie strategie e tattiche per resistere al processo di restaurazione regressiva in atto in Occidente? Serata in collaborazione con l’Associazione Culturale Zerofrontiere. info@quintoveda.com / info@zerofrontere.org
16 dicembre
ore 20: A cena con Agatha Christie. Cena con delitto. Dress code anni ’50. In collaborazione con Carta e Calamaio. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO MERCOLEDì 14 DICEMBRE VIA SMS 3891977257 O MAIL info@quintoveda.com
23 dicembre
ore 19: Happy winter party. Dress code bianco ghiaccio, live music, happy hour, body painting, djset.

Il sabato pomeriggio è dedicato ai bambini con la rassegna Intorno al Baobab, spettacoli e animazioni per bambini con merenda. Tutti gli eventi avranno inizio alle ore 17.
3 dicembre: Il valore delle cose invisibili. Spettacolo teatrale per bambini e ragazzi
. A cura della Compagnia Artisti Molesti. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori.
10 dicembre:
Oliver. Spettacolo teatrale per ragazzi
in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’uomo. A cura della Compagnia Artisti Molesti. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori.
17 dicembre: Le mille e una luce. Festa di Natale
a Quintoveda per bambini, genitori e chi vuole! Performance e laboratori per i più piccoli. A seguire merenda per tutti i bimbi. Aperitivo per i genitori.

Speciale bimbi: dal 27 al 30 dicembre ore 9 – 14 In vacanza con Dory. Winter Camp Artistico. Giochi, teatro, ballo, musica e molto altro ancora! Prenotazione obbligatoria entro VENERDì 23 DICEMBRE 2016 alla mail info@quintoveda.com.

Dal 3 al 5 gennaio 2017 ore 9-14 Quintoera Glaciale. Winter Camp Artistico. Giochi, teatro, ballo, musica e molto altro ancora! Prenotazione obbligatoria entro mercoledì 30 dicembre DICEMBRE 2016 alla mail info@quintoveda.com

La domenica torna Domenica Off – Live Music e Aperitivo dalle ore 18.30
4
dicembre: Mercatino di Natale. Bancarelle, aperitivo con buffet, dj set con FiloDj. Info e prenotazioni per spazio banchetto SMS 3891977257 – info@quintoveda.com
11
dicembre: Nameless in concerto – Rock metal in acustico.
18
dicembre: About Polly in concerto – acoustic duo rock anni ‘90.

Special events:
Sabato 3 dicembre
ore 19: contaminAZIONI Project. Aperitivo Performativo a cura degli insegnanti e dello staff di Quintoveda. Buffet, musica, danza, parole. Mercatino di Natale.
Sabato 10 dicembre
: La libertà è una sola. Spettacolo teatrale dedicato alla figura di Nelson Mandela per la Giornata Mondiale dei diritti dell’Uomo. A cura della Compagnia Alice Gira in Città. Aperitivo e buffet.

Ricordiamo che il teatro underground di Quintoveda è aperto tutti i giorni dalle ore 19 per i soci che possono usufruire del punto bar e ristoro per un aperitivo o una cena informale prima o durante gli eventi in programma.

Ingresso riservato ai soci ARCI (Fino al 31 dicembre 2016) e Ida – tessera 4 euro

Chiuso dal 24 al 26 dicembre 2016 compresi, il 30 dicembre dalle ore 14 e dal 31 dicembre 2016 all’1 gennaio 2017 compresi.

Storia di Blu di Sandra Trambaioli in scena a Ferrara

Storia di Blu, cambiare per tornare a volare, scritta da Sandra Trambaioli e illustrata da Francesco Corli diventa uno spettacolo di grande suggestione che verrà messo in scena domenica 8 gennaio 2017 alle ore 17 al Teatro Comunale Claudio Abbado di Ferrara. La fiaba, pubblicata dall’Associazione Italiana Celiachia Emilia Romagna nel 2015, racconta della farfalla Blu, che riuscirà a trovare il coraggio di cambiare grazie all’amicizia con un magico pesce d’argento e all’aiuto della Regina del Regno di Fata, per ritrovare il sorriso, la forza e la gioia di danzare, ed è dedicata a una giovane ginnasta celiaca che ha saputo affrontare i cambiamenti (alimentari, ma non solo) con tenacia e motivazione, per raggiungere importanti traguardi.
Il successo ottenuto dal libro ha ispirato lo spettacolo teatrale, realizzato dalla stessa AIC Emilia Romagna in collaborazione con la Società Sportiva Estense Putinati di Ferrara, specializzata in ginnastica ritmica e la Cooperativa Zero Beat, attiva nel mondo delle produzioni teatrali.
Sulla scena, la vicenda di Blu sarà rappresentata dalle giovani atlete del corpo di ballo AliBlu, guidate dalla coreografa Livia Ghetti, che si esibiranno in volteggi ed evoluzioni di ginnastica ritmica, intervallati dalla narrazione dal vivo della fiaba e arricchiti da musica e immagini scenografiche.
L’intero ricavato sarà devoluto a sostegno delle attività dei volontari di AIC, che sull’intero territorio emiliano-romagnolo si impegnano quotidianamente per offrire a tutti i celiaci e ai loro familiari aiuto, sostegno, aggiornamenti in campo medico scientifico, attività e servizi gratuiti per vivere la malattia celiaca con consapevolezza e serenità.

Per maggiori informazioni: segreteria@aicemiliaromagna.it – 059.454462

Prevendita biglietti a questo link

Draven’s Night: omaggio a “Il corvo” a Quintoveda

Appuntamento tra teatro, sceneggiature, musica e cinema sabato 29 e domenica 30 ottobre ore 21 a Quintoveda con Draven’s Night dedicata a tutti gli appassionati de Il Corvo e Brandon Lee.
Il progetto Draven’s night nasce dalla penna di Martina Guerra in collaborazione con Quintoveda.
La passione per la celebre storia d’amore e di vendetta che propone il famoso film “Il corvo” ha dato l’ispirazione per proporre diversi appuntamenti originali che avranno il loro culmine nel 2017 durante la prossima edizione del festival di arti performative Enjoy your town.
Sabato 29 ottobre sarà proposta una performance a tema mentre domenica 30 verrà messa in scena una versione leggermente ridotta dello spettacolo che sarà poi riproposto nel 2017. Molto importante la scelta della data del 30 ottobre perché richiama la sera esatta in cui si svolge la storia originale. Nell’anno in cui si realizzerà il remake del film questo è un omaggio originale e amato fin dal principio.
Tutte le info sul sito dravensnight.imola.city

Libra – Casentino Book Festival

Dal 21 al 23 ottobre 2016, nel magico scenario di Chiusi della Verna (AR) si svolgerà la prima edizione di Libra – Casentino Book Festival, un festival diffuso dedicato alla letteratura di ambientazione montana e naturalistica, ospitato nelle più suggestive località del territorio di Chiusi della Verna, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Un festival intorno ai libri ma non solo, con incontri a tema, passeggiate con gli autori, ampio spazio agli eventi paralleli dedicati a musica, poesia, pittura e ai prodotti tipici del territorio.
Il ricco programma (che potete consultare nel dettaglio a questo link) prevede passeggiate con gli autori, incontri, concerti, degustazioni di prodotti tipici, bookshop e laboratori a tema per i più piccoli.
Ai dibattiti e alle escursioni letterarie parteciperanno gli scrittori Simona Baldanzi, Mirto Campi, Paolo Cognetti, Giuseppe Festa, Tiziano Fratus, Michele Marziani, Giacomo Revelli, il poeta Paolo Vachino, il pittore Claudio Jaccarino e i Vallesanta Corde.

Gianluca Morozzi e Gli Avvoltoi presentano “Confessioni di un povero imbecille”

Martedì 4 ottobre alle ore 21 a Quintoveda (Via Cavour 58, Imola) lo scrittore Gianluca Morozzi e Gli Avvoltoi inaugureranno la rassegna Non ricreare. Crea con la presentazione del libro+cd Confessioni di un povero imbecille appena pubblicato da Fernandel.
Moreno Spirogi e Nicola Bagnoli rappresenteranno la storica band bolognese proponendo uno show case e affiancando Morozzi sul palco del teatro underground.

«Eccomi qua. Dopo ventisei anni di carriera ho raggiunto l’equilibrio fallimentare perfetto. La fusione tra pubblico e band, con il pubblico e la band riuniti nella stessa macchina…»
A metà degli anni Ottanta un ragazzo bolognese di nome Cristian Cabra fonda con tre compagni di scuola una band di rock demenziale: nascono i Despero. Nel 1988, acquisito il nome d’arte di Kabra, si innamora dell’inconquistabile Sarah e trasforma il suo gruppo in una seria e rigorosa rock band. Nel 2016, dopo mille traversie, cambi di formazione, quattro cantanti, tanti dischi e pochi successi, Kabra e i Despero sono ancora sui palchi.
Come sempre, tante storie d’amore, di strade e di rock, con episodi ambientati nei vari momenti della carriera dei Despero: dai primi accordi alla rovinosa caduta dal ponte di un finto Titanic. Dall’impatto
con l’antagonista Tex al nuovo incontro con Zanna e Sarah. Dalla formazione a cinque a quella a due, chitarra e batteria. Da Lisa, la sosia bassista, a Elettra, chitarrista dalla mente a sette dimensioni.
In allegato al libro il cd audio Confessioni di un povero imbecille, il disco inedito della storica band bolognese Gli Avvoltoi, un’opera rock omaggio a Despero in cui i personaggi e le atmosfere del romanzo
acquisiscono una forma musicale.

Gianluca Morozzi è nato nel 1971 a Bologna, dove vive. Autore prolifico e estremamente generoso, ha pubblicato numerosi titoli con Fernandel e Guanda, a partire da Blackout (2004) e L’era del porco (2005).
Anche se si considera il peggior chitarrista del mondo, è il chitarrista degli Street Legal, una tribute band che omaggia Bob Dylan. Ha suonato nel cd Deviazioni, tributo a Vasco Rossi pubblicato in allegato al
Mucchio Extra, realizzando con Andrea Parodi e la Mama Bluegrass Band il brano “Brava”.
Conduce insieme a Moreno Spirogi il programma L’era del Moroz su Radiocittà Fujiko.

Il progetto musicale degli Avvoltoi nasce a Bologna nel 1985. Nel 1987 La Toast di Giulio Tedeschi pubblica il primo 7’’ con il titolo “Questa notte” contenente tre brani: l’inedita “Questa Notte” e le cover “Era un Beatnik” delle Teste dure e “Un uomo rispettabile”, la “Well respected” man dei Kinks. Nel 1988 esce il loro primo album “Il nostro è solo un mondo Beat” che diventa, in poche settimane, un successo della musica indipendente italiana, raggiungendo le prime posizioni nelle classifiche di cinque importanti testate musicali italiane.
Il 1989 porta un cambio quasi radicale di formazione e l’anno successivo esce “Quando verrà il giorno” un disco ben diverso dagli esordi, più maturo e ricercato, con venature di psichedelia, folk e proto-prog. Dal
1992 al 1994 escono “Sono un uomo” (7″ Destination X), “Hush” (12″ Vù Ballè Vù), “Quando vuoi scappare” (7″ Destination X) e la raccolta con materiale inedito dal 1987 al 1993 “Ora sai perché” (LP Destination X).
Anche la Sony Music, si interessa al gruppo ed inserisce il brano “Vorrei essere un vampiro” nella raccolta Dracula Compilation. Nel 2005 il gruppo con caparbietà e con indispensabili cambi di organico pubblica due singoli: il primo, “Gianni / Non Voglio Pietà”, per l’etichetta Teen sound; il secondo, I Capelli Lunghi / E Voi, E Voi, E Voi per la Skipping musez. L’anno successivo esce “L’altro Dio”, che vede la partecipazione di svariati ospiti/amici tra cui Cisco, Emidio Clementi, MCR, Velvet e il comico Giovanni Cacioppo,. Sul finire del 2010 esce l’ep “Manifesto Pop” che contiene quattro brani con riferimenti psichedelici e pre-prog, da cui il regista Pozzan seleziona “Illustrazione cantata da due generazioni oltremodo dissimili nel sognare” come colonna sonora del film I Giorni Di Ieri. L’anno
successivo esce il singolo “Moreno è impazzito” per L’Ansaldi Rec. Nel 2012 la Sonic Press di Oderso Rubini pubblica il libro+cd “Storia Di Un Gruppo Ridicolo”. Nel 2013 Dome La Muerte (CCM, Not Moving) partecipa non senza lasciare il segno, alla storia degli Avvoltoi e nel giro di pochi mesi escono due album per la GoDown, “Live Al Sidro” e “Amagama”, l’album che decreta la totale rinascita e la svolta definitiva di questo incredibile gruppo.
Attualmente la band è composta da: Moreno Spirogi – Voce; El Pannocchia – Chitarra; Nicola Bagnoli – Tastiere; Michele Rizzoli – Basso; Giampiero JP Palazzino – Batteria.

Paesi in fiaba 2016

Il  30 settembre, 1 e 2 ottobre nei comuni di Stienta, Gaiba e Occhiobello (Rovigo) si svolgerà la terza edizione di Paesi in fiaba, una rassegna tutta dedicata ai più piccoli.
Ecco qui di seguito il programma.

Venerdì 30 settembre:
ore 17.00  “Cappuccetto rosso e altre storie” spettacolo di burattini a cura della compagnia Città di Ferrara presso Centro Sociale Ricreativo Arcobaleno Via B. Buozzi n.20 S. M. Maddalena, Occhiobello

Sabato 1 ottobre:
ore 10.00 “A cavallo della fantasia ”  Lettura animata a cura di Sandra Trambaioli, seguirà laboratorio creativo, su prenotazione T 335.59.17.852 presso Club Cavalieri del Po /Working Ranch – Via Nuova, Gaiba
ore 15.15 “Le fiabe del bosco” letture e racconti a cura del Baule Volante presso Sala Polivalente “Prof. P. Rovigatti”, Via Gramsci, Stienta seguirà Una merenda…favolosa  presso parco comunale Via Gramsci – Stienta

Domenica 2 ottobre:
ore 10.00 “Corri corri zucca mia… e altre storie” letture a cura di Silvia Dambrosio e “La nave d’erba”
gruppo di giovanissimi lettrici e lettori dell’Ass.ne Circi di Ferrara, presso Fattoria Fondo Madonnina, Gaiba
ore 10.45 “Cartoni animaLi” Laboratorio creativo a cura di Sofia Boccato illustratrice, autrice del cavaldrago di Paesi in Fiaba su prenotazione T 349.28.86.035, presso Fattoria Didattica Fondo Madonnina
ore 12.00 Possibilita’ di prenotare pranzo in fattoria T 349.28.86.035
ore 15.00 “Nel giardino del re” a cura del Palio di Gaiba con favolose danze e cornice musicale eseguita da “giovani musicisti ” seguirà…sorpresa dedicata a tutti i nonni!
ore 16.15 ” Il buio di Plop” lettura animata a cura di Fiorella Tommasin animazioni e giochi con i volontari dell’associazione Telefono Azzurro A conclusione merenda di saluto a cura del Palio Gastronomico di Stienta presso Fattoria Didattica Fondo Madonnina – Gaiba

Per informazioni:  Biblioteca Comunale di Stienta0425 746378

Quintoveda: la stagione 2016-2017

Tante novità e uno staff rinnovato promettono un calendario di eventi denso e variegato che conferma Quintoveda (Via Cavour 58, Imola), lo spazio gestito dall’Associazione Panta Rei, come un punto di riferimento per l’arte e la creatività nel territorio imolese.
La prima novità è che il teatro underground di Quintoveda sarà aperto
tutti i giorni dalle ore 19 per i soci che potranno usufruire del punto bar e ristoro per un aperitivo o una cena informale prima o durante gli eventi in programma.

Continue reading “Quintoveda: la stagione 2016-2017”

Colisioni Festival 2016

collisioniSi intitola Strangers, l’edizione 2016 del Festival musicale-letterario Collisioni che si terrà dal 14 al 18 luglio a Barolo (CN).
Oltre ai concerti di Modà, Elton John, Marco Mengoni, Mika, Niccolò Fabi e Negramaro, saranno tanti gli ospiti che parteciperanno agli incontri del Festival di Letteratura
nel weekend di sabato 16 e domenica 17 luglio. Tra essi Svetlana Aleksievič (premio Nobel per la letteratura 2015), Vittorino Andreoli, Corrado Augias, Stefano Benni, Mauro Corona, Concita De Gregorio, Erri De Luca, Michel Houellebecq, Beppe Severgnini, Gianni Vattimo, Roberto Vecchioni, Luciano  Ligabue, Francesco  Guccini, Richard  Ford,  Antonio Galloni.
Inoltre saranno ospiti  il  regista  americano Abel  Ferrara e il  regista  canadese  di  origini armene Atom  Egoyan.
Per il ricchissimo programma completo vi rimandiamo al sito dell’evento http://www.collisioni.it/

Salva

Zocca Noir 2016

zocca noir 16 1L’8, 9 e 10 luglio a Zocca (Modena) si svolgerà la seconda edizione della festa cantiere ZoccaNoir.
La manifestazione si occuperà del noir non solo in senso letterario, ma in una più ampia accezione che abbraccia teatro, cinema, arte, musica e tutte le forme di espressione possibili.
Incontri, spettacoli e mostre vedranno tra i partecipanti gli scrittori Licia Giaquinto, Loriano Macchiavelli, Marta Franceschini, Maurizio De Giovanni, Milan Mazic, Nicoletta Vallorani, Patrick Fogli, Stefano Tura, Valerio Massimo Manfredi, ma anche giornalisti, critici letterari, artisti visuali, attori, musicisti, registi.
Maggiori dettagli e il programma completo li potete trovare a questo link.

 

 

Salva

Bianca come l’Africa di Clara Piacentini: presentazione a Imola

bianca_600x800Mercoledì 29 giugno dalle ore 18 la scrittrice Clara Piacentini sarà ospite della Libreria Mondadori (Via Emilia 71) di Imola per parlare della sua raccolta di racconti Bianca come l’Africa (Antonio Tombolini Editore, Collana Officina Marziani), nati dalla sua esperienza di vita e lavoro in Etiopia. Moderatrice della presentazione sarà la giornalista ed editor Carla Casazza. Alla presentazione interverrà anche Fiseha, giovane etiope che per Clara Piacentini è come un figlio.

“Bianca come l’Africa” è una raccolta di 21 racconti, in realtà un’unica storia, uno stralcio di vita. Come perle di una collana si snodano i racconti lungo un filo sottile nelle mani della protagonista, LEI, presenza discreta che di sé dice poco ma molto lascia intuire del percorso intrapreso nonostante la difficoltà, il limite delle sue gambe sorrette. Ed è un mondo altro che ci viene incontro, il mondo dell’Africa. LEI fissa con occhio fotografico paesaggi e ambienti che hanno la potenza di quadri impressionisti, il suo sguardo intreccia relazioni con spazi, tempi, soggetti diversi e prendono corpo vicende e persone. Prendono vita i personaggi, ben presenti, anche se raramente vengono chiamati per nome ed è questo anonimato che dà loro la levità del mistero e al contempo la forza della presenza. Sfilano e agiscono gli abitanti dell’altrove, i componenti di una comunità straniera in Italia, i bianchi in Africa, si palesano quelli di un mondo che la globalizzazione rimanda attraverso Facebook. E in questa storia la vita, l’amore e la morte vengono raccontati come parte di un’unica realtà. Con una scrittura scarna eppure intensa e vibrante, talora dolente, talora appassionata, Clara Piacentini ci accompagna attraverso il racconto di mondi che si cercano, si accostano eppure rimangono ancora separati. Già il titolo, una similitudine che è anche un ossimoro, ci anticipa questi mondi. Già i racconti del prologo e dell’epilogo confluiscono a dare il senso della nostalgia, del ricordo, del rimpianto, confluiscono a chiudere il cerchio della storia. Al lettore il compito di capire in cosa consiste il Mal d’Africa, se esiste.

Clara Piacentini è stata docente di Lettere in Italia e all’estero. Negli anni precedenti i mandati all’estero ha pubblicato manuali di didattica e scrittura creativa per le case editrici A.P.E., Mursia e Zanichelli. I sette anni trascorsi in Etiopia hanno profondamente segnato il suo modo di pensare, il suo sguardo sulla vita. Al suo rientro in Italia si è diplomata alla Scuola Triennale della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari, conseguendo il titolo di Consulente in scrittura biografica ed autobiografica. Conduce Seminari e Laboratori di narrazione di sé coniugando la forza creativa della parola con il linguaggio poetico.

Salva

Salva

Letteraltura 2016 a Verbania dal 23 al 26 giugno

letteraltura-2016-decima-edizione-verbania-23-26-giugno-2016Decima edizione dal 23 al 26 giugno a Verbania  per LetterAltura, il festival dedicato alla letteratura sulla montagna.
Incontri con gli autori, spettacoli, laboratori creativi, proiezioni, e tre mostre per riportare l’attenzione sulla montagna, priorità globale dell’umanità, unica fonte d’acqua che possa garantire un futuro florido alle nuove generazioni.
Tra i 60 ospiti che interverranno citiamo il poeta candidato al Nobel Adonis, gli scrittori Bruno Gambarotta, Paolo Ghezzi, Francesco Gungui, Marco Malvaldi, Giampaolo Simi, Quartetto K e Magnasco Quartet, gli alpinisti e sportivi François Cazzanelli, Marco Farina, Arturo Squinobal, il meteorologo Luca Mercalli, i registi Gregor Božic, Julian Roman Pölsler, e tanti altri ancora.
Il tema di quest’anno sono i muri, e il superamento degli stessi, e il rapporto con la montagna, il viaggio e l’attualità. I muri come pareti alpinistiche, ma anche interiori e sentimentali, le mura domestiche, le barriere architettoniche, i muri linguistici, culturali, sociali e politici.

Per ulteriori informazioni e il programma completo: http://www.letteraltura.it/

Salva

Parolario 2016 dal 16 al 25 giugno a Como

immagine Parolario 2016Torna Parolario, il festival letterario che si terrà a Como dal 16 al 25 giugno con tanti appuntamenti che avranno come protagonisti romanzieri, scrittori, filosofi, giornalisti, studiosi, poeti, artisti, musicisti, registi, e altri ancora.
“Liberi tutti!” è il titolo di questa edizione: un luogo dove respirare l’aria liberante di quel gioco, allegro e serio, che è l’avventura delle parole e delle idee.
Gli incontri con gli autori ospiteranno Paolo Maurensig, Mauro Corona, Simonetta Agnello Hornby, Luigi Zoja, Antonio Manzini, Elisabetta Rasy, Anna Ottani Cavina, Gianni Vattimo, Giovanni Floris, Antonio Caprarica, Hans Tuzzi, Cristina Comencini, Gian Paolo Serino, Claudio Risè, Salvatore Striano, Gianluigi Nuzzi, Emiliano Fittipaldi, Mario Giordano e molti altri ancora.
Parolario proporrà anche altre attività legate alla scrittura o alla lettura come l’appuntamento dedicato alla scrittura creativa, condotto da Andrea Di Gregorio, o il seminario/performance condotto dalla yoga master Benedetta Spada che abbinerà yoga e letteratura.
Avranno spazio anche gli incontri dedicati al mondo del verde e del giardinaggio, al quale Pia Pera ha dedicato il libro ”Al giardino ancora non l’ho detto”, un testo commovente che a Parolario sarà presentato dai suoi più cari amici: Emanuela Rosa-Clot, Marco Martella, Natalia Aspesi, Fabio Giardiniere e l’attrice giardiniera Lorenza Zambon.
Tra parole e musica saranno poi gli incontri dedicati ai grandi musicisti italiani e internazionali: Ezio Guaitamacchi racconterà le tante vite artistiche e le scelte musicali di David Bowie, Luca Beatrice racconterà la vita e le opere di Lucio Dalla, mentre sarà dedicata a Ivan Graziani la serata-evento con Paolo Talanca, Anna Bischi Graziani, Sulutumana Trio e Alfredo Scogna. Infine, viaggio alle radici del rock con Carlo Massarini.
Ma il programma prevede anche film, mostre. letture per bambinie anche una passeggiata poetica. Potete trovare tutti i dettagli – oltre al programma completo –  nel sito di Parolario.

Scrittura Festival, la seconda parte a Lugo dal 16 al 19 giugno

Scrittura festivalProsegue la terza edizione di ScrittuRa, il festival diretto da Matteo Cavezzali dal 16 al 19 giugno farà tappa a Lugo con incontri,  conferenze e spettacoli incentrati sulla letteratura.
Fra gli ospiti che animeranno le tre serate vi saranno Cristina Comencini, Vito Mancuso,  Flavio Caroli, Ermanno Cavazzoni, Loredana Lipperini e Roberto Vecchioni.
Sotto i portici del Pavaglione ci saranno le istallazioni del progetto “Frontiera, passaggio e possibilità” a cura di Crac Arte.

Per il calendario completto degli eventi potete consultare il sito del festival.

Festival della fiaba 2016 a Castelfranco Emilia

festivalfiabaDal 9 al 19 giugno Villa Sorra a Castelfranco Emilia (Modena) ospiterà la terza edizione del Festival della fiaba che quest’anno affronta il tema “ILLUD TEMPUS…C’era una volta”.
Sull’argomento saranno declinate conferenze, tavole rotonde, concerti, spettacoli di teatro e danza, installazioni, mostre di arti visive, fiabe in voce semplice, workshop e degustazioni, e per la prima volta un concorso fotografico per professionisti in collaborazione con Fotografia Europea il cui presidente di giuria è Franco Fontana. Tutti gli artisti del Festival, ispirandosi al tema proposto, presenteranno le loro performance in prima nazionale.
Potete consultare il ricco programma al seguente link.

 

Komikazen 2016 dal 20 al 22 maggio a Rimini

komikazen-2016-rimini3Dal 20 al 22 maggio si svolgerà la dodicesima edizione di Komikazen – Festival Internazionale del Fumetto di Realtà, a cura di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini, che quest’anno sarà realizzato nell’ambito della Biennale del Disegno di Rimini.
Saranno presenti artisti di provenienza internazionale e nazionale. Uno degli ospiti speciali sarà l’artista siriana Diala Brisly, per la prima volta invitata in Italia, intervistata dall’intellettuale algerino Tahar Lamri. La città post bellica, senza elementi di riferimento precisi, astorica, ma in questo senso assoluta, è invece la protagonista di Cinema Zenit di Andrea Bruno che ne parlerà per l’occasione con il ricercatore della Università Cattolica di Milano Matteo Stefanelli.
Da sempre attento alla realtà del graphic journalism sin dai suoi albori, Komikazen 2016 ospiterà anche Eva Hilorst, illustratrice olandese che catalizza il suo interesse artistico nel campo del giornalismo disegnato e della comunicazione visuale, nonché caporedattrice di Drawing the Times, una piattaforma su cui i giornalisti grafici e vignettisti di tutto il mondo pubblicano su committenza i loro lavori al fine di informare e coinvolgere i lettori su temi globali e storie locali. Alla presentazione del progetto olandese sarà affiancata quella della piattaforma italiana Graphic News, nata da una progettazione di Associazione Mirada conseguentemente alla partecipazione al bando di Cultability, e diventata poi realtà in seguito alla costituzione di una cooperativa di soci dell’associazione. Un’occasione per capire anche come tramutare l’ideazione di un progetto nella sua effettiva realizzazione.
Tra gli ospiti italiani, l’artista ravennate Davide Reviati, che per l’occasione presenterà Sputa tre volte, ultimo lavoro dell’autore, vincitore di diversi premi sia in Italia che all’estero, tra cui il Premio Micheluzzi per il Miglior Fumetto al Napoli Comicon 2010 e il Prix dBD nel 2011 a Parigi.
Altra presenza di punta sarà quella di Pasquale Todisco, in arte Squaz, uno dei protagonisti del fumetto underground italiano.
Domenica 22 farà da guida il fumettista e disegnatore Angelo Mennillo, che di recente ha pubblicato in Grecia l’albo Piccola Gerusalemme, su sceneggiatura di Elettra Stamboulis, un lavoro sulla città “babelica” di Salonicco e la presenza ebraica scomparsa a seguito della II Guerra Mondiale. Ancora, Micol Beltramini e il disegnatore Adriano de Vincentiis presenteranno in anteprima assoluta Viva Valentina, omaggio a Valentina di Crepax.
Pietro Scarnera racconterà infine Una stella tranquilla – ritratto sentimentale di Primo Levi, grazie al quale si è avvalso del Prix Révélation al Festival di Angoulême 2016.
Tutti gli eventi al Teatro degli atti sono ad ingresso gratuito.
Potete consultare il programma dettagliato nel sito del festival.

Enkidu, festival di scrittura selvatica, dal 27 al 29 maggio a San Lazzaro (BO)

ENKIDU_FESTIVALPrima edizione, dal 27 al 29 maggio a San Lazzaro (Bologna) per Enkidu, festival di scrittura selvatica, che si propone di riunire autori, editori, ricercatori interessati al rapporto tra uomo e piante per esplorare il rapporto profondo che esiste tra umani e mondo vegetale, in particolare alberi, boschi, foreste.

“Il lato selvatico – è spiegato nel sito del festival – , da Gary Snyder a Cormac McCarthy, da Paul Shepard a John Zerzan, non è identificabile con un ritorno allo stato di natura. Questo ritorno per certi versi è impossibile e l’idea di natura, se ha ancora un senso, deve sganciarsi da categorie occidentali e antropocentriche. Il selvatico, la wilderness, parlano invece di un’alterità irriducibile, non perimetrabile, non addomesticabile, una specie di terreno non-umano che mette in crisi genere, specie e identità. Come si confrontano gli scrittori più recenti con questo grumo che non è “natura”, “paesaggio” o “ecosistema”? Come danno forza di parola a ciò che non parla la lingua dell’uomo? Come intercettano urgenze ambientali, etiche, artistiche ispirate dal selvatico? Quali racconti, quali modi di narrare sono generati dal contatto con la wilderness? ”

Potete trovare tutte le informazioni sul festival e il programma dettagliato a questo link.

ScrittuRa festival a Ravenna e Lugo

Scrittura festivalTerza edizione, dal 16 al 22 maggio e dal 16 al 19 giugno di ScrittuRa, il festival diretto da Matteo Cavezzali che animerà il centro storico di Ravenna (16-22 maggio) e Lugo (16-19 giugno) con incontri, laboratori, conferenze e spettacoli incentrati sulla letteratura.
Ospite d’onore di questa edizione sarà l’autrice iraniana Premio Nobel per la Pace Shirin Ebadi (17 maggio, Palazzo dei Congressi ore 18.30), ma insieme a lei nelle giornate del festival sarà possibile incontrare Antonio Moresco, Simonetta Agnello Hornby, Andrea Vitali, Loriano Macchiavelli, Elena Stancanelli, Viola Di Grado,  Elisabetta Sgarbi (ex-direttrice editoriale di Bompiani e ora impegnata nel nuovo progetto La Nave di Teseo), Alberto Rollo (direttore letterario di Feltrinelli) e tanti altri.
Interessanti le lezioni di scrittura tenute da Paolo Di Paolo (scrittore per Feltrinelli e critico culturale per la Stampa), Marco Peano (scrittore ed editor Einaudi) e Giorgio Pozzi (editore di Fernandel).
Tra gli incontri di approfondimento quello con Serena Vitale, scrittrice ed esperta di letteratura russa, dedicato a Vladimir Majakovskij, mentre Giulio D’Antona parlerà dell’America letteraria da Jennifer Egan a David Foster Wallace, e ancora l’incontro dedicato a Eduardo De Filippo curato da Giulio Baffi giornalista e critico del Corriere della Sera e quello dedicato a Olindo Guerrini curato da AIC con vari ospiti tra cui Massimo Montanari.
Dal 16 al 19 giugno ci si sposterà al Pavaglione di Lugo con Ermanno Cavazzoni, Flavio Caroli, Loredana Lipperini, Paolo Albani, Amedeo Balbi.

Per il ricchissimo calendario completto degli eventi potete consultare il sito del festival.

Book Pride 2016 a Milano dall’1 al 3 aprile

bookprideSi svolgerà dall’1 al 3 aprile, negli spazi di BASE Milano la seconda edizione di Book Pride, fiera promossa dall’Osservatorio degli editori indipendenti (ODEI). Parteciperanno 150 case editrici indipendenti tra le più importanti nel mercato editoriale nazionale, piccole, medie o piccolissime.  Il programma degli eventi si articolerà sul tema dell’equosistema, inteso non solo nel suo significato editoriale, ma declinato in tutte le sfumature, dalla situazione geopolitica all’ecologia, dalle migrazioni alle nuove frontiere dei diritti civili.
L’inaugurazione è prevista venerdì 1 aprile alle 15 alla presenza di Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Marino Sinibaldi, direttore di RAI Radio 3, Romano Montroni, Presidente del Centro per il Libro e la lettura e Gino Iacobelli, Presidente di ODEI.
Fra gli incontri principali segnaliamo una tavola rotonda sul problema della concentrazione editoriale e la pluralità culturale, alla quale intervengono Rosellina Archinto, Antonio Manzini, Lidia Ravera, Ginevra Bompiani e Chiara Valerio (venerdì 1 aprile ore 17); un faccia a faccia con Luisa Muraro sul tema del gender e dei diritti (sabato 2 aprile ore 16); l’incontro I segreti del potere, la libertà del giornalismo, con Lirio Abate, Marco Lillo e Mario Portanova (sabato 2 aprile ore 17); una riflessione sul lavoro culturale in rete e nuovi equilibri fra carta e tecnologia, con Alessandro Gazoia, Silvia Jop, Vanni Santoni e WuMing1 (sabato 2 aprile ore 18.30); un dibattito sul ruolo della cultura fra Islam e Occidente, con Gad Lerner, Paolo Branca, Giuseppe Acconcia e Lorenzo Cremonesi (domenica 3 aprile ore 11); una panoramica antropologica sul tema dell’abitare con i contributi di Francesco Remotti, Adriano Favole, Nausica Pezzoni (domenica 3 aprile ore 12); un incontro su diaspora globale e migrazioni, con Khalid Chaouki, Kaha Mohammed Aden, Frank Westerman e Alessandra Muglia (domenica 3 aprile ore 16); Libertà o sicurezza. Vivere (e scrivere) ai tempi dell’ISIS, con Ferruccio de Bortoli, Peter Gomez, Massimo Giannini e Silvia Truzzi (domenica 3 aprile ore 18).
Numerose le presentazioni a cui parteciperanno Gianni Mura, Massimo Recalcati, Alessandro Robecchi, Ezio Sinigaglia, Moni Ovadia, Alessio Lega, Gianni Canova, Violetta Bellocchio, Filippo La Porta, Ilaria Gaspari, Alessandro Bertante, Rossella Milone, Piero Dorfles, Shady Hamadi, Giuseppe Genna, Lidia Ravera, Wu Ming1, Roberto Piumini, Francesco Bianconi, Alberto Rollo, Laura Lepetit e molti altri.
Novità di quest’anno è il FANTA-book, grande gioco aperto ai visitatori grazie a cui tutti possono diventare editori per un giorno.
In occasione della concomitanza di date con la Fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna, verrà allestito lo spazio Book Young, dedicato alle produzioni dell’editoria indipendente per ragazzi, con laboratori creativi, letture animate, poesia visiva, teatro delle ombre a molto altro.
Per conoscere il ricco programma completo vi rimandiamo al sito ufficiale del Book Pride.

 

Enjoy Your Town a Imola dal 26 marzo al 30 aprile

EytLa seconda edizione del festival di arti performative Enjoy Your Town si svolgerà dal 26 marzo al 30 aprile 2016 nel centro storico di Imola.
La data scelta non è casuale ma si tratta del mese che intercorre tra la giornata internazionale del teatro (27 marzo) e la giornata internazionale della danza (29 aprile). Tra le novità di quest’anno, il fatto che gli eventi saranno ospitati anche in aree private (case, giardini interni…), una sezione dedicata alle arti terapie e la vetrina per gli emergenti nell’ambito di danza, teatro arte di strada e circense.
Il festival è organizzato da Panta Rei Associazione di Liberazione delle Arti e Quintoveda, realtà artistica e culturale situata nel centro storico di Imola.
L’obiettivo del festival è proporre una vera e propria epidemia culturale all’interno della città. Arti performative che si insinuano tra la gente e nei luoghi che essa frequenta. Una invasione non solo nei luoghi tradizionalmente preposti alla cultura, ma anche, e soprattutto nei suoi non luoghi, affinché le persone possano incontrare casualmente arte e cultura e se ne possono appassionare. Dove, ancora più casualmente, può iniziare il percorso culturale di qualcuno, dove si può sviluppare un principio di cittadinanza, di appartenenza e condivisione rispetto ad uno spazio.
Un’idea di città che diventa comunità, che condivide e cresce.

Tra gli oltre 100 eventi in calendario, che si possono consultare nel dettaglio al sito del festival, performance teatrali e di danza, workshop, presentazioni di libri, letture per bambini e per adulti e tanto, tanto altro.

Ricordiamo in particolare:
Circopuntino sabato 30 aprile ore 21
Gregor e Katjusha rievocano il circo di una volta, quello di acrobati e saltimbanchi, in un clima molto coinvolgente e retrò.
Lo spettacolo mischia manipolazione e danza acrobatica con le scope, peripezie sulla ruota tedesca ed equilibrismi sulla giraffa con tre ruote.
È uno spettacolo di strada dai risvolti poetici e onirici, ma che non rinuncia a divertire con un finale infuocato coinvolgente.

Workshop di burlesque con Dee Amante (16 e 17 aprile ore 15-17-Quintoveda)
Per il piacere di piacersi. Unendo eleganza, ironia e seduzione; per stuzzicare la fantasia (in inglese “teasing”). Mettendo al bando ogni forma di volgarità.
La domenica, dopo il workshop, il burlesque entrerà in libreria con il Reading di letteratura erotica e spettacolo di burlesque (17 aprile ore 19.30- Libreria Mondadori).

Presentazione del libro Veduta di pianura con dame di Muriel Pavoni (12 aprile ore 21- Quintoveda)
Racconti liberamente ispirati alle vite di dieci donne partigiane che dal 1800 hanno contribuito alla storia del nostro Paese in qualità di attiviste (come Giuseppina Cattani, Maria Goia, Maria Luisa Minguzzi), staffette (come Ida Camanzi, Maria Margotti, Benilde Verlicchi), artiste che non declinarono al loro ruolo di fare la resistenza (come Cordula Poletti e Sonia Micela) o, ancora, maestre (come Maria Maltoni e Giovanna Righini Ricci). Vicende geograficamente collocate in Romagna.

Workshop teatrale con Matteo Belli (2 aprile ore 14-20.30, 3 aprile ore 9-15.30 – Quintoveda)
Un seminario aperto a chiunque voglia esercitare e migliorare la voce parlata e approfondirne alcune caratteristiche comunicative ed espressive, sia per ragioni di salute fisiologica, sia per accrescere le capacità individuali di utilizzo performativo.

Workshop Africa Dentro con Francesca Saloni (9 aprile ore 10.30-12.30, 10 aprile ore 14-16 – Quintoveda)
Un dialogo denso di energia tra il proprio corpo e la poliritmia dei tamburi, a cura di Francesca Saloni. Il workshop sarà tenuto con le percussioni dal vivo, a cura di Stefano Fabbri e Mauro Casadio. Al termine del workshop il gruppo di danza proseguirà assieme ai partecipanti con una parata danzante nel centro storico di Imola.

Workshop di Danza ButohCollettivo K e La Sangria Discreta (16 e 17 aprile dalle 14:00 alle 18:00-Quintoveda) e Spettacolo di danza Butoh sabato 16 aprile ore 21 piazza dell’Ulivo.
La danza butoh è una danza contemporanea originaria del Giappone, ma che è connessa a danze e rituali antichi che si possono ritrovare ovunque anche dentro di sé. Una danza di trasformazione, metamorfosi, che permette al corpo fisico di rispondere a ciò che lo circonda, trascendendo le convenzioni.

Workshop di Teatro comico con Massimiliano Buldrini e Paula Noelia Cianfagna (sabato 23 e domenica 24 aprile – Quintoveda)
Attraverso giochi, esercizi e un po’ di storia si esploreranno le caratteristiche di base comuni e le differenze che nell’arco di secoli e decenni hanno fatto distinguere per esempio la maschera di commedia dell’arte dal clown, il teatro di rivista dal cabaret e tanti altri.

La Fucina Incantata sabato 23 aprile ore 21 Giardini di S. Domenico a cura di Le Fucine Vulcaniche.
Spettacolo di arte di strada ispirato al tema degli alberi e alla loro connessione con la vita.
Delle letture suggestive accompagneranno il pubblico in un viaggio visivo e sonoro attraverso perfomance di circo contemporaneo e musica. In scena, 14/16 elementi: teatro delle ombre, tessuti aerei, trapezio, funamboli, trampolieri e musicisti.

L’anima perpetuamente in tempesta (29 marzo ore 21 – Quintoveda)
A cura e con compagnia Broken Dolls.
Un percorso introspettivo all’interno della vita di Amy Winehouse: ne verranno sottolineati il carattere, le debolezze, le dipendenze e la carriera della cantante.
Tre fasi importanti del suo percorso si intrecceranno tra di loro creando nello spettatore una discesa nell’anima dell’artista e di ciò che l’ha resa tale: dalla bulimia, il rapporto con la musica, la famiglia e la sua fame d’amore.
Fino alla decadenza del mito, a soli 27 anni, a seguito di una vita di abusi emotivi e fisici.
Un viaggio attraverso un’anima fragile, inconscia di tutta la bellezza che ci ha lasciato e che per l’ennesima volta va a toccare il come i rapporti che ci portiamo dietro fin dall’infanzia e dall’adolescenza possano formare il carattere adulto e le debolezze.
Lo spettacolo sarà interpretato da tre artiste donne, che si alterneranno e si uniranno sul palco mescolando arti come la danza, la musica (cantata e suonata), il teatro e la scrittura.

Bologna Children’s Book Fair 2016

BCBTorna, dal 4 al 7 aprile, la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, appuntamento irrinunciabile e importante per chi si occupa di letteratura per bambini e ragazzi e/o illustrazione.
Tema dell’edizione 2016 è “Fuel the imagination” e in linea con questo slogan, il padiglione 32 ospiterà il Bologna Digital Media (dal 4 al 6 aprile): nell’ambito del quale editori, sviluppatori, produttori televisivi e cinematografici, studi di animazione, artisti e autori creeranno connessioni con start-up e con brand affermati,  approfittando delle numerose opportunità offerte dal mondo digitale in continua espansione.
Il paese ospite di questa edizione sarà la Germania  che presenterà trenta illustratori tra i più significativi della scena contemporanea, per trecento metri quadri di immaginazioni.
Da non perdere anche la Mostra degli Illustratori che quest’anno festeggia cinquant’anni: una collettiva riunirà il meglio dei nuovi talenti a livello mondiale, selezionati da una giuria d’eccezione.

Per scoprire il programma dettagliato, gli eventi, i partecipanti, e tutte le cose belle della ffiera potete consultare il sito ufficiale.

Bellissima, fiera di libri e cultura indipendente, dal 18 al 20 marzo a Milano

Banner-news-03Al Palazzo del ghiaccio di Milano dal 18 al 20 marzo si svolgerà la prima edizione di  Bellissima – Fiera di libri e cultura indipendente, progetto curato dalla cooperativa Doc(k)s – Strategie di indipendenza culturale.
Saranno presenti editori, scrittori, esponenti del mondo della cultura, addetti ai lavori in ambito editoriale e verrà proposto un programma ricco di incontri e approfondimenti che potete trovare nel sito dell’evento.

Più di sessanta editori hanno già confermato la loro presenza. Tra i nomi più noti, Sellerio per la narrativa, Lindau, DeriveApprodi e Quodlibet per la saggistica, Johan &Levi e Contrasto per quanto riguarda l’editoria d’arte e la fotografia. Importante novità per una fiera italiana, l’apertura alle esperienze internazionali con una libreria tematica che presenterà al pubblico italiano una serie di editori stranieri che non hanno accesso al sistema di distribuzione nazionale. Curata dalla casa editrice berlinese Archive Books, questa sezione proporrà spunti e idee su temi che spaziano dall’arte contemporanea all’architettura, dal post­colonialismo al gender. Parteciperanno, tra gli altri, gli editori tedeschi b_books, Errant Bodies, Sternberg Press e Spector Books e i britannici AA Publication, Mute, Occasional Press e Bedford Press.
Tra gli ospiti Nanni Balestrini, Liliana Cavani, Zerocalcare, Aldo Nove, David Riondino, Gad Lerner.

A questo link potete trovare tutti i dettagli dell’evento, l’elenco dei partecipanti, il programma.

Più libri più liberi 2015: Per amore dei libri

logo rosso_scritta dentroPrende il via domani, 4 dicembre, al Palazzo dei Congressi di Roma, la quattordicesima edizione di Più libri più liberi, Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria promossa e organizzata da AIE – Associazione Italiana Editori che si protrarrà fino all’8 dicembre e che quest’anno ha come slogan Per amore dei libri.
Ad inaugurare il vasto programma di eventi che potete consultare a questo link, sarà domani alle 11.30 al Caffè letterario il discorso del politologo francese Bernard Guetta su La cultura e la guerra.
Tra incontri, conferenze, tavole rotonde, reading, spettacoli e laboratori segnaliamo in particolare la presenza di interessanti autori stranieri come  Annie Ernaux, Stéphanie Hochet, Cécile Coulon, Alain Mabanckou, Morten Brask, Friedrich Ani, Natasha Fennell, Marcelo Figueras, Julia Glass, Julian Herbert, Scott Spencer, Valeria Luiselli, Merritt Tierce, Alejandro Zambra.
Ma è prevista la partecipazione anche di grandi autori e artisti italiani: Erri De Luca proporrà un discorso sulla libertà di parola, Andrea Camilleri incontrerà il pubblico in un appuntamento speciale, Massimo Carlotto si presenterà sia nelle vesti di romanziere che di curatore della collana editoriale Sabot/Age, Paolo Poli leggerà pagine de I Promessi Sposi e Ascanio Celestini de La freccia azzurra di Gianni Rodari. E poi ancora Giorgio Agamben, Marco Balzano, Caterina Bonvicini, Giuseppe Culicchia, Giancarlo De Cataldo, Marcello Fois, Raffaele La Capria, Antonio Manzini, Dacia Maraini, Paolo Nori, Tommaso Pincio, Niccolò Ammaniti, Luca Bianchini, Goffredo Fofi, Nicola Lagioia, Francesco Piccolo.
Per il programma completo e tutte le informazioni, vi rimandiamo al sito di Più libri più liberi.

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑