Sono tantissime le novità con le quali l’ Associazione Panta Rei e Quintoveda riaprono l’attività dopo la pausa estiva.
Innanzitutto i locali, che si sono trasferiti uno spazio nuovo e molto bello in via Altobelli 3/A dando la possibilità di proporre una offerta ancora più ricca di corsi ed eventi nel locale che è diventato il punto di riferimento per l’arte e la creatività nel territorio imolese.
Eventi e corsi che saranno parte integrante dell’attività di OPERA, il centro di ricerca e sperimentazione per le arti performative creato da Panta Rei, che dal 2010 lavora sul territorio in ambito artistico e culturale, e da un nutrito gruppo di artisti ed intellettuali che condividono metodi e obiettivi.
Per presentare l’offerta formativa del centro e i tanti eventi già in calendario a settembre, Quintoveda ha organizzato sabato 16 settembre, a partire dalle ore 18, una festa di inaugurazione che vedrà il suo culmine nel concerto degli Animarma, la band che ha aperto a Modena Park l’ultimo concerto di Vasco Rossi.

Il programma della serata prevede:

dalle ore 18 aperitivo e buffet in collaborazione con Bottega Zero – Spesa eco zero spreco,

– performance a cura di OPERA Centro di Sperimentazione e Ricerca Arti Performative, degli artisti che sostengono il progetto e dello staff insegnanti

GABBIE – a cura della Compagnia EXIT

ANATOMIA DELL’INQUIETUDINE – a cura di Gianmaria Beccari, musiche a cura di Filippo Medici

Improvvisazioni degli allievi di Teatrodanza e degli insegnanti di Opera a cura di Serena Fossanova e Samanta Sonsini

CIRCUM-NAVIGAZIONI ACROBATICHE a cura di Mariagrazia Bazzicalupo

dalle ore 21.30 Animarma in concerto

a seguire dj set di Marco Ziu Belo Bianchi

IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI DI SETTEMBRE

MARTEDÌ 19 SETTEMBRE, ORE 21

Presentazione dei laboratori di teatro, danza e musica con performance degli insegnanti.

Excerpt from ICHÓ – Performance: è un estratto dell’ultimo progetto del collettivo Movement Research realizzata da Noemi Rotondo, danzatrice.

MARAT-SADE – Quando si alza il vento_Io sono la rivoluzione: letture a cura di Reina Saracino, attrice e regista.

INQUIETUDO 3.0: estratto dello spettacolo a cura di Samanta Sonsini, performer e danzaterapeuta.

Interverrà Antonino Stella per presentare le possibilità offerte da Opera relativamente all’ambito musicale.

MERCOLEDÌ 20 SETTEMBRE, ORE 21

Jam Session

GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE, ORE 21

Siamo tutti in ballo! Serata di ballo sfrenato in collaborazione con le scuole di ballo del territorio e non solo.

VENERDÌ 22 SETTEMBRE, ORE 21

Presentazione della biblioteca e del progetto co working.

A seguire reading e dj set

SABATO 23 SETTEMBRE, ORE 21

Le foche d’artificio in concerto

a seguire DJ BOYLER

DOMENICA 24 SETTEMBRE, ORE 18

Aperitivo Unplugged: Aperitivo e buffet

Lola Stonecracker in concerto in collaborazione con Bura promotion

MARTEDÌ 26 SETTEMBRE, ORE 21

Zendar Off in concerto, progetto musicale nato nel 2005 dal cantautore pugliese Amalio Trombetta

MERCOLEDÌ 27 SETTEMBRE, ore 21

Teatro e cittadinanza, incontro pratico-teorico su empowerment e cittadinanza attiva e il ruolo che il teatro può avere, a cura di Compagnia EXIT

GIOVEDÌ 28 SETTEMBRE, ORE 21

Siamo tutti in ballo! Serata di ballo sfrenato in collaborazione con le scuole di ballo del territorio e non solo.

VENERDÌ 29 SETTEMBRE, ORE 21

Presentazione del romanzo L’alfabeto della mente di Silvia Lodini

a seguire Dj set

SABATO 30 SETTEMBRE, ORE 21

Le barbe del gatto nudo in concerto

a seguire Dj set OHM GURU

OPERA – Open space for Performing Arts Experimentation and Reasearch: le arti performative e quindi la cultura sono straordinari strumenti di comunicazione che permettono la diffusione di valori morali, etici, civili ed umani che devono essere costantemente riaffermati nella loro importanza vitale, all’interno di una società civile e lungimirante, in un periodo storico in cui l’attenzione per il corpo, le emozioni e l’espressività tendono sempre più a venir meno a ad essere offuscati dal bombardamento mediatico di informazioni che stanno lentamente cambiando il modo dell’uomo non solo di vivere, ma anche di percepire la realtà e l’altro.

Teatro, danza contemporanea, teatro-danza,  arti figurative, musica, foto, video, sartoria, arti circensi, danza terapia e discipline volte alla conoscenza del proprio corpo e delle proprie emozioni come lo yoga o il pilates ma anche cibo, serate culturali, co-working e uno spazio biblioteca, riunite in un unico luogo, dove l’arte vive quotidianamente tra palcoscenico e laboratori in un’ottica di contaminazione come caratteristica fondamentale affinché le arti possano essere al passo con i tempi e raccontare il mondo contemporaneo dando all’uomo gli strumenti per poterlo comprendere.

Un luogo dove essere creativi non è un hobby ma uno stile di vita.

OPERA nasce come uno spazio di libertà creativa, dove le idee possano essere trasformate in azioni, in musica, in immagini, nel costante scambio culturale, artistico ed umano dove al centro sta la persona. Le arti, con la loro tecnica specifica sono un mezzo (non l’obiettivo) per esprimere sé stessi, sperimentarsi, e crescere.

Dopo essere stati nostri ospiti di Quintoveda per il contest Wanted 1° Maggio ad Aprile 2017 tornano gli Animarma nati nel 2011 come trio alternative rock dalle sonorità potenti ma con aperture melodiche che trova piena espressione nella dimensione live, in cui il gruppo si scatena liberando un’intensa energia.

Il nuovo ep”Horus”, distribuito e promosso da Alka record label. “HORUS” è il nuovo ep ANIMARMA, interpretato come un nuovo inizio e un ritorno alle origini dei primi anni di formazione, perdute nel corso del tempo da frivolezze quasi pop rock.

Questa volta a differenza di un passato caratterizzato da un alternative rock all’inglese, la nuova sonorità è fortemente personale, con un sound decisamente più hard rock e nello stesso tempo, a tratti, stoner post metal. Sotto la supervisione di ALKA RECORD LABEL e il proprio staff: NELL’ADE, TUNNEL DEL DOLORE, INVISIBILE, SCIE CHIMICHE E SPUTA FUORI sono le 5 tracce che compongono il nuovo lavoro discografico della band. Il videoclip ufficiale “NELL’ADE”, brano d’impatto accattivante, è rappresentato come luogo d’appartenenza dell’uomo e della società attuale, meglio definito come “L’inferno in terra” in tutte le sue sfaccettature. Nel video la band interpreta lo stato d’animo e la rabbia di una figura in stile “madmax post nucleare” persa in un luogo fatiscente che, rappresentata come società, include aspetti al quanto inquietanti e nello stesso tempo reali, odierni, in una linea sottile di speranza nonostante il futuro sia incerto e avverso. La semantica dei testi tratta temi sociali a volte di protesta descrivendo le contraddizioni e le debolezze dell’uomo. Le liriche descrivono i due aspetti opposti tra la solidarietà e il masochismo del genere umano, dove ognuno ha sempre libero arbitrio su scelte di vita giuste o sbagliate che siano.