imagesSu Twitter, da un’iniziativa di scrivo.me e @TwLetteratura, dal 14 luglio 2014 è partito il contest dell’estate che consiste nella lettura o rilettura di La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano per poi riscriverlo su Twitter. Ogni giorno un capitolo, un hashtag, #TwPrimi, per dare vita a una nuova storia dell’amatissimo libro, ormai un classico dei nostri giorni. La scrittura come piacere e divertimento, come esercizio da fare tutti e anche tutti insieme, sta alla base della collaborazione tra il portale di pop publishing del gruppo Mondadori e l’organizzazione Tw Letteratura. Precedentemente sono state fatte operazioni di riscrittura di altri autori, come ad esempio I dialoghi con Leucò di Cesare Pavese fino a I promessi sposi di Alessandro Manzoni. Si è creata tramite queste iniziative una forte comunità di lettori appassionati anche alla riscrittura dei testi. Come si ricomporrà la storia di Mattia e Alice, i due adolescenti protagonisti del romanzo? Quali nuovi account Twitter nasceranno? Durante il contest della riscrittura dei Promessi Sposi sono nati account per la Monaca di Monza, per Quel ramo del lago di Como e per i Tre capponi di Renzo. L’iniziativa durerà 47 giorni, fino al 29 agosto e si concluderà con un ebook in cui saranno raccolti i tweet più significativi. Inoltre è la prima volta che TwLetteratura lancia la sua sfida con un autore vivente. Paolo Giordano sarà coinvolto infatti  nell’operazione come “superspettatore” e vedrà rinascere con nuove sfumature e interpretazioni la sua storia. Ogni giorno nei famigerati 140 caratteri si condenseranno le vicende di un intero capitolo e sarà questa la vera sfida per i partecipanti che vedranno tante storie nuove prendere forma, che vedranno nuovi personaggi e potranno scoprire le diverse interpretazioni degli altri partecipanti.

La solitudine dei numeri primi è disponibile sia in edizione economica che in Flipback, un nuovo formato piccolissimo (sta in una tasca e si legge con una mano sola!), ideale per avere il libro sempre con sé, anche nelle vacanze più sportive o itineranti.