10802140455_19306c030e_cAppena si è diffusa la voce è già scattata la gara delle iscrizioni perchè per l’anno 2014/2015 lo scrittore Michele Marziani ha sospeso i richiestissimi corsi e workshop di scrittura a causa dei numerosi impegni, ma ha deciso di proporre un unico laboratorio:  Officina Marziani: Otto incontri per un romanzo. Il laboratorio è organizzato dall’Associazione Culturale Mario Albertarelli in collaborazione con Carta&Calamaio e Scenafutura.
Officina Marziani è il nome della collana di narrativa che Michele dirige per Antonio Tombolini Editore. Si chiama così perché il luogo della scrittura è per lui un’officina nella quale si assembla la vita sotto forma di narrazione. Otto incontri per un romanzo è un laboratorio dentro all’Officina.
Il laboratorio si svolgerà per otto domeniche intere a Rimini, a casa di Michele. La scelta del luogo è dettata dall’idea non solo di fare un piccola comunità temporanea di scrittura, ma anche perché casa sua è la bottega dove lavora. È quindi il luogo dove, ad esempio, se cita un libro può anche tirarlo fuori dalla biblioteca e se ne può parlare senza doverlo cercare chissà dove e chissà quando. Non solo, casa sua permette anche una visione di angoli di geografia sui quali Michele ha costruito un romanzo importante e nei quali è possibile lavorare: il mare, il fiume, la darsena, il porto. Quindi non si starà sempre chiusi in casa, anzi, si userà la Barafonda e, in generale, la città, come laboratorio permanente.

Officina Marziani è un laboratorio impegnativo, bisogna decidere di dedicare otto domeniche alla scrittura. La finalità è quella di accompagnare i partecipanti verso un progetto di narrazione che ognuno potrà coltivare anche in parallelo con le lezioni: otto mesi, un tempo possibile per un romanzo. Sono otto giornate intere di letture, scambio e discussione dove ognuno potrà condividere con gli altri la struttura del proprio lavoro.
Proprio perché è impegnativo ci sono solamente 8 posti. Non solo perché in casa Michele ha 8 sedie (e uno sgabello per sè), ma anche perché questo è il numero massimo per un lavoro di questo tipo.
Anche il contributo non è alla portata di tutti, ma allo stesso modo è il minimo per un laboratorio di questo genere. È un investimento, per qualcuno anche molto oneroso, ma resta comunque un investimento sulle proprie possibilità. Non una spesa.
Questo il programma con le date.12 ottobre 2014 – chi legge non è mai solo. Cominciare dai libri
9 novembre 2014  – attrezzare la bottega dello scrittore
14 dicembre 2014  – dall’intuizione alla storia
11 gennaio 2015 – camminare con le scarpe degli altri, ovvero i personaggi
8 febbraio 2015 – le relazioni, gli intrecci: distillare le parole
8 marzo 2015 – i luoghi della narrazione, la geografia dell’anima
12 aprile 2015 – il lavoro editoriale: revisione, editing, pulizia
10 maggio 2015 – la storia diventa libro: come, quando e perché pubblicare
Orario dalle 11 alle 17, con pranzo conviviale. Ognuno porta qualcosa da dividere con gli altri. Michele mette il vino. Buono.
Il costo è di 800 euro, da versare in 4 rate da 200 euro. 600 euro per chi versa in anticipo in un’unica soluzione.
Per chi viene da fuori si possono studiare soluzioni, le più economiche possibili, per eventuali pernottamenti.
Per informazioni e iscrizioni: cartaecalamaio@gmail.com