LocandinaworkshopMarziani+VachinoL’associazione culturale Mario Albertarelli, il Rifugio Casa Ponte e l’agenzia letteraria Carta&Calamaio in collaborazione con Università Aperta di Rimini presentano Nightwood, storie e parole della foresta notturna. Laboratorio di scrittura tra narrativa e poesia con Michele Marziani e Paolo Vachino.

Partendo da Nightwood il capolavoro di Djuna Barnes, pubblicato in Italia sia con il titolo Bosco di Notte sia con quello di La foresta della Notte, Michele Marziani e Paolo Vachino, un narratore e un poeta, partiranno come due piemontesi alla scoperta dell’America, domandandosi e domandando se la forza della scrittura stia nella trama o nella lingua. Mescolando storie e poesie e dando l’occasione ai partecipanti di trovare da soli il bandolo della matassa e da lì partire o continuare nel loro personale percorso di scrittura.
Il laboratorio sarà insegnamento itinerante attraverso i sentieri dell’Appennino. Poi sarà scambio di suggestioni di scrittura, tempo per leggere e giocare con le parole. Momenti individuali per aggiustare i propri appunti.
Alla fine del laboratorio ogni partecipante sarà invitato a scrivere, a casa, un racconto o una poesia nati da questa esperienza. Seguirà una lettura critica, a distanza, dei racconti realizzati grazie alla partecipazione al laboratorio.

Il laboratorio è per tutti. Ed è particolarmente indicato per chi scrive narrativa e poesia ma anche per chi vede nella parola una via per leggere il mondo.
Laboratorio residenziale
Periodo: 8 e 9 giugno 2013
Durata: dalle ore 10 dell’8 giugno alle ore 13 del 9 giugno, più pranzo conviviale con scambio di impressioni sul laboratorio.

Luogo: Rifugio Casa Ponte – Tredozio (FC) – Parco delle Foreste Casentinesi.
Numero massimo partecipanti: 16.
Il rifugio è immerso nella natura appenninica ma raggiungibile in auto. Chi volesse venire con i mezzi pubblici può arrivare a Tredozio in autobus da Faenza e lì i gestori del rifugio potranno andarlo a prendere.

Il costo del laboratorio comprensivo dell’ospitalità al rifugio, tutto compreso, varia a seconda delle opzioni di permanenza:
– 162 euro dalla cena di venerdì 7 fino al pranzo di domenica 9 giugno.
– 142 euro da venerdì 7 (cena esclusa) fino al pranzo di domenica 9 giugno.
– 122 euro da sabato mattina fino al pranzo di domenica 9 giugno.

Le tariffe comprendono cene e pranzi con primo abbondante e secondo, prima colazione da leccarsi le dita, spuntino ricco il sabato a mezzogiorno e pranzo la domenica e anche il vino della casa. Il pernottamento è in camera comune a 12 letti. Il rifugio sarà comunque a completa disposizione solo degli iscritti al laboratorio. Necessari il sacco a pelo o sacco lenzuolo personale.

Materiali richiesti ai partecipanti:
– carta e penna
– scarpe da trekking comode per passeggiare nei boschi
– giacca impermeabile
– sacco a pelo o sacco lenzuolo per il pernottamento al rifugio, federa, asciugamano.

È consigliata ma non obbligatoria la lettura dei libri:
– La foresta della notte di Djuna Barnes
– Stoner di John Eduard Williams
– La luna e i falò di Cesare Pavese
– Di bestia in bestia di Michele Mari
– Poesie (1980-1992) e altre poesie di Valerio Magrelli

Il laboratorio è riservato ai soci dell’Associazione Mario Albertarelli. La tessera associativa per il 2013, del costo di 2 euro, è compresa nel prezzo d’iscrizione e verrà rilasciata al momento dell’arrivo al rifugio.
Nota bene: all’atto dell’iscrizione va versato un acconto di 50 euro o tramite bonifico bancario o tramite PayPal.
Per informazioni e iscrizioni:
– Agenzia Letteraria Carta & Calamaio c/o Carla Casazza
cartaecalamaio@gmail.com
mob. +39 3356770994
– Rifugio Casa Ponte
info@rifugiocasaponte.it
Tel:  0546-943178
mob. 3401571813

Michele Marziani è autore dei romanzi La trota ai tempi di Zorro (DeriveApprodi) Umberto Dei (Cult Editore), La signora del caviale (Cult Editore), Barafonda (Barbès), nonché della raccolta di racconti Un ombrello per le anguille (Guido Tommasi Editore) e di diversi libri di viaggi, vini e cibi.
Tiene corsi di scrittura narrativa presso Università Aperta “Giulietta Masina e Federico Fellini” di Rimini e laboratori in tutta Italia.

Paolo Vachino è critico letterario e poeta anche se si guadagna da vivere come avvocato. Ha collaborato con le pagine culturali del quotidiano Liberazione. Dal 2007 conduce il Laboratorio di Scrittura Poetica della scuola di scrittura creativa Rablè. È uno dei redattori della Nuova Rivista Letteraria fondata da Stefano Tassinari. Collabora con Ala/Accademia dei Linguaggi dell’Anima di Irina Casali. Ha pubblicato la raccolta di poesie Rimando continuo (Rablè IndieBook.it).