L’associazione culturale Mario Albertarelli, il Rifugio Casa Ponte e l’agenzia letteraria Carta&Calamaio in collaborazione con Università Aperta di Rimini presentano:

Se una notte d’inverno un viaggiatore
Laboratorio di scrittura dedicato alla narrativa di viaggio. Costruire una storia itinerante: niente a che vedere con la scrittura per turisti

di Michele Marziani

“Per raccontare un viaggio occorre viaggiare? Necessariamente un viaggio dev’essere raccontano come un’avventura? Me lo sono chiesto a lungo, nei libri che si snodano attraverso le geografie che ho scritto, nei racconti che ho realizzato nell’ultimo anno per il Touring Club Italiano.
La risposta sta dentro alla geografia, alla mappa che ognuno riesce a leggere dai luoghi interiori e da quelli narrativi. Così non ho scelto una guida di viaggio per questo workshop, ma un narratore di parole come Italo Calvino: Se una notte d’inverno un viaggiatore sarà una scusa per un laboratorio che vuol fare della narrativa di viaggio un’occasione per guardare più in là, molto più in là.
Il laboratorio sarà insegnamento itinerante attraverso un piccolo ma significativo viaggio, da fare a piedi, semplice, per tutti. Poi sarà scambio di suggestioni di scrittura, tempo per leggere e giocare con le parole. Momenti individuali per aggiustare i propri appunti.
Alla fine del laboratorio ogni partecipante sarà invitato a scrivere, a casa, un racconto nato da questa esperienza. Seguirà una lettura critica, a distanza, dei racconti realizzati grazie alla partecipazione al laboratorio.”

Il laboratorio è indicato per chi scrive narrativa ed è attratto dall’idea del viaggio come fonte d’ispirazione. È per tutti, ma è particolarmente adatto come approfondimento per chi ha già avuto modo di seguire ai miei corsi e workshop di scrittura narrativa.

Laboratorio residenziale

Periodo: 9 e 10 marzo 2013
Durata: dalle ore 10 del 9 marzo alle ore 13 del 10 marzo, più pranzo conviviale con scambio di impressioni sul laboratorio.
Luogo: Rifugio Casa Ponte – Tredozio (FC) – Parco delle Foreste Casentinesi
Numero massimo partecipanti: 15.

Il rifugio è immerso nella natura appenninica ma raggiungibile in auto. Chi volesse venire con i mezzi pubblici può arrivare a Tredozio in autobus da Faenza e lì i gestori del rifugio potranno andarlo a prendere.
Il costo del laboratorio comprensivo dell’ospitalità al rifugio ben riscaldato, tutto compreso, varia a seconda delle opzioni di permanenza:
– 162 euro dalla cena di venerdì 8 fino al pranzo di domenica 10.
– 142 euro da venerdì 8 (cena esclusa) fino al pranzo di domenica 10.
– 122 euro da sabato mattina fino al pranzo di domenica 10.
Le tariffe comprendono cene e pranzi con primo abbondante e secondo, prima colazione da leccarsi le dita, spuntino ricco il sabato a mezzogiorno e pranzo la domenica e anche il vino della casa. Il pernottamento è in camera comune a 12 letti. Il rifugio sarà comunque a completa disposizione solo degli iscritti al laboratorio. Necessari il sacco a pelo o sacco lenzuolo personale.

Materiali richiesti ai partecipanti:
– carta e penna
– scarpe da trekking comode per passeggiare nei boschi
– giacca impermeabile
– sacco a pelo o sacco lenzuolo per il pernottamento al rifugio, federa, asciugamano.

È consigliata ma non obbligatoria la lettura dei libri:
Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino
Le città invisibili di Italo Calvino
La passeggiata di Robert Walser
Sulla strada di Jack Kerouac
La modificazione di Michel Butor

Il laboratorio è riservato ai soci dell’Associazione Mario Albertarelli, la tessera associativa, del costo di 2 euro è compresa nel prezzo d’iscrizione e verrà rilasciata al momento dell’arrivo al rifugio.

Nota bene: all’atto dell’iscrizione va versato un acconto di 50 euro o tramite bonifico bancario o tramite PayPall.

Per informazioni e iscrizioni:
– Agenzia Letteraria Carta & Calamaio c/o Carla Casazza
cartaecalamaio@gmail.com
mob. +39 3356770994
– Rifugio Casa Ponte
info@rifugiocasaponte.it
Tel:  0546-943178
mob. 3401571813