I Salotti cre-attivi sono dieci originali “salotti”, girati nella splendida cornice naturale di Villa Spada a Bologna, dove è la libertà d’espressione  a farla da padrona. La filosofia che sta alla base del progetto prende le mosse dalla constatazione che è necessario ‘liberare la parola’, anziché ammassare fiumi di carta nei cassetti come sovente accade a molti giovani scrittori.
Le due autrici Maria Silvia Avanzato e Silvia Castellani si sono incontrate su Facebook e si sono trovate d’accordo su un punto: si scrivono fiumi di carta, ma non c’è pubblico. E se c’è, ha altro da fare.
Quindi l’idea: prendiamo un leggio e ci piazziamo in giro per le città, leggiamo di noi nei salotti cre – attivi. Leggiamo di noi, agli alberi, ai muri, al vento, alle strade.
Leggiamo di noi al nulla.Vedrai che ci ascolta…
“In una realtà dove lo spazio per diversi giovani scrittori è limitato – commentano le autrici – il pensatore cre-attivo è colui che si auto-procura tempo, spazio, pubblico. Esce dalla propria stanza  e trasforma il pensiero in Azione. Prende un leggio, va in un parco e legge di sé, si rivela al mondo. Finché, infatti, si rimane nel chiuso della propria stanza, le idee non circolano e il pensiero rimane improduttivo. Allora è necessario attivarsi e fare della propria scrittura una provocazione”.
Il video pilota (puntata 0) della prima serie “cre-attiva”, lanciato a luglio proprio su Facebook, ha raccolto sulla pagina del social network dedicata, diverse centinaia di visualizzazioni.
Il primo salotto cre-attivo, che dà ufficialmente il via all’iniziativa, è stato caricato ieri (15 settembre 2011) su youtube, sul sito http://www.salotticre-attivi.it e su Facebook .  I seguenti salotti verranno caricati a cadenza settimanale.

Maria Silvia Avanzato è nata a Bologna nel 1985. Vincitrice di numerosi concorsi e finalista al MystFest 2010, ha pubblicato racconti e favole per l’infanzia. E’ autrice del giallo per ragazzi “Ratafià per l’assassino” (Forme Libere), dei chick lit “Granturco su Foglia di the (causa disguidi, lo stilista è cieco)” (Arpanet), del romanzo di formazione “L’età dei lupi” (Voras). E’, inoltre, co-autrice dell’erotic noir “Cipriavaniglia” (Damster) e co- redattrice del blog di satira letteraria Gumwriters. Vincitrice del Nero di Puglia 2011, sarà edita in autunno con due nuovi romanzi.

Silvia Castellani è nata a Rimini nel 1978. Laureata in giurisprudenza, ha collaborato alcuni anni con il quotidiano locale “La Voce di Rimini” diventando giornalista pubblicista. Ha collaborato con alcuni uffici stampa tra cui quello di Aquafan, parco tematico in Riccione. E’ Tecnico addetto alla gestione e al marketing delle infrastrutture del loisir (parchi tematici, teatri, cinema, etc), avendo frequentato il corso pilota di quella che ora è la Scuola del Loisir. E’ autrice del thriller “Bene o male (?) non è un caso” (ProspettivaEditrice) con la prefazione di Andrea G. Pinketts e dell’e-book “Sbatti Generation”. E’ redattrice del blog letterario www. silviacastellani.it.  Finalista al MystFest 2011.