Umberto Dei non è una persona. È una bicicletta. Anzi, un mito. E intorno a lei si snoda il romanzo di Michele Marziani, il cui protagonista, Arnaldo Scura, lascia un remunerativo lavoro da broker finanziario per fare il meccanico di biciclette. Il negozio di Arnaldo a Milano diviene crocevia di incontri, amori, pensieri, avventure. Fino a tingere di giallo le vicende di Nas, giovane studente afgano, aiutante del protagonista nella riparazione delle biciclette, ma soprattutto nel restauro delle Umberto Dei. Il finale, sorprendente, squarcia con ironia il pesante velo dei pregiudizi verso gli immigrati. Un tema caro all’autore, insieme a quello delle rivolte degli anni Settanta che, presente nel romanzo d’esordio “La trota ai tempi di Zorro”, torna, in tutt’altro contesto, anche in questa nuova prova narrativa di Marziani.

Per chi volesse approfondire la conoscenza di Michele Marziani e il suo romanzo Umberto Dei. Biografia non autorizzata di una bicicletta, segnalo l’appuntamento di venerdì 19 giugno, alle ore 21,00, presso la sede della Provincia di Rimini (sala del Bonarrivo) in corso d’Augusto, 231 a Rimini. Parlerà del libro assieme all’autore il critico Paolo Vachino.
Ulteriori informazioni qui